Unione Europea a zero emissioni dal 2050

Adjust Comment Print

Dopo una lunga discussione notturna, il vertice Ue raggiunge un accordo a 27 per il raggiungimento dell'obiettivo della neutralità climatica dell'Unione entro il 2050.

L'Unione Europea ha approvato i nuovi obiettivi in termini di lotta ai cambiamenti climatici, garantendo nuova spinta al progetto di Green deal promosso dalla Commissione europea. Dalle istituzioni comunitarie anche la richiesta, in occasione della COP25 di Madrid, di fissare (entro la COP26 in programma a Glasgow) traguardi più ambiziosi per il periodo 2020-2030 e in linea con la "neutralità" entro 30 anni.

"In questa fase - si legge nelle conclusioni - uno Stato membro non può impegnarsi ad attuare tale obiettivo per quanto lo riguarda; il Consiglio europeo tornerà sulla questione nel giugno 2020". L'attività energetica della Polonia è tutta ancora improntata sul carbone. Un'intesa frutto di una soluzione di compromesso che ha consentito di superare le resistenze della Polonia: Varsavia avrà tempo fino a giugno 2020 aderire alla strategia destinata a fare dell'Ue la prima regione al mondo a zero emissioni.

Nonostante l'obiettivo di una neutralità climatica entro il 2050 rappresenti un miglioramento significativo rispetto all'attuale obiettivo dell'UE dell'80-95% di riduzione delle emissioni al 2050, secondo il WWF "i dati scientifici e le responsabilità della UE dovrebbero indurre ad accelerare la decarbonizzazione al 2040". Nelle proprie conclusioni il Consiglio europeo "riconosce la necessità di garantire la sicurezza energetica e rispettare il diritto degli Stati membri di decidere in merito ai rispettivi mix energetici e di scegliere le tecnologie più appropriate".

Rossi & Hamilton: Scambio Rossi-Hamilton: il VIDEO da Valencia
Valentino Rossi ha compiuto anche alcuni giri in sella alla M1 in tandem con Lewis Hamilton . Lo scambio Valentino Rossi-Lewis Hamilton era in programma da molto tempo.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, la quale ha ammesso che "c'è stato un intenso dibattito", ma il primo Consiglio "è stato un successo ed i leader lo hanno sostenuto".

Anche fra i Paesi firmatari, però, sono state accolte alcune rimostranze, da parte della Repubblica Ceca e della Francia, per quel che concerne il nucleare. InvestEU ha un ruolo importante nello stimolare gli investimenti privati per la transizione.

Ora dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare per varare una forte strategia italiana di decarbonizzazione, davvero coerente con il Green New Deal e la decisione a livello europeo, nonchè migliorare il Piano Energia Clima (PNIEC) per prepararci all'innalzamento dell'obiettivo di riduzione al 2030.

Comments