Crac Popolare Bari, l'intercettazione shock dei manager: "Conti truccati situazione indecente"

Adjust Comment Print

La liquidazione implicherebbe innanzi tutto l'azzeramento del valore delle azioni che esacerberebbe il contenzioso legale con i soci, già elevato a motivo delle modalità di collocamento degli aumenti di capitale 2014-15 (550 milioni, quasi integralmente sottoscritti da clientela al dettaglio), ritenute dalla Consob non coerenti con la normativa sui servizi di investimento e da essa sanzionate.

Quest'ultima è stata sottoposta venerdì 13 dicembre alla procedura di Amministrazione Straordinaria da parte della Banca d'Italia.

Auspichiamo pertanto - conclude il Presiente CNA - che da parte del Governo via sia un accelerazione decisa nella proposta di un nuovo piano industriale capace di proporre un pacchetto di investimenti strategico per il rilancio dell'Istituto barese con ripercussioni efficaci anche sul sistema imprenditoriale teramano ancora martoriato dal sisma del 2016-17 e che non può sopportare ancora un freno all'erogazione di sostegni alle Imprese.

"Il governo è al fianco dei risparmiatori e dei dipendenti della banca", ha dichiarato il titolare del Mef Roberto Gualtieri.

Intanto, per il decreto legge approvato domenica sera esulta su Fb Lugi Di Maio: "Sono salvi i risparmi dei cittadini, nessuna pietà per i manager disonesti e gli amici degli amici".

"Prendiamo nota dell'adozione del decreto, siamo in contatto con l'Italia e restiamo pronti a discutere la disponibilità e le condizioni degli strumenti disponibili nell'ambito delle norme Ue", ha detto la portavoce della commissaria alla concorrenza, Margrethe Vestager rispondendo a una domanda sul salvataggio della Popolare di Bari. Accolta inoltre la richiesta di "pubblicazione della relazione mandata da Bankitalia al Cdm", letta ieri, "sulle ispezioni e le responsabilità".

Splendida Goggia a Saint Moritz, è suo il superG
Moritz , al termine di una splendida gara in cui la slovacca prevale in finale sulla svedese Anna Swenn Larsson . Sofia Goggia era invece uscita subito già ai 16esimi mentre Irene Curtoni e Marta Bassino agli 8/avi.

Per il M5s l'intervento dovrebbe portare alla nazionalizzazione della banca.

Una pezza che consentirà all'Antitrust Ue, cui spetta il parere sugli aiuti di Stato, più simpatia e benevolenza rispetto alla nazionalizzazione di una banca popolare privata.

Nell'infografica realizzata da Centimetri la scheda della Banca popolare di Bari. Questa mattina, comunque, parteciperà alla manifestazione di protesta organizzata dall'associazione "Vittime del Salva-Banche" - Giovanna è iscritta all'associazione Risparmiatori traditi - in programma a Bari sotto la direzione business della Popolare. "Banca Etruria ha fatto perdere soldi ai risparmiatori che stiamo risarcendo e le banche venete furono ripulite con i soldi degli italiani e rivendute ad un euro". "Renzi ci chiede di fare autocritica?" Questo potrebbe avere delle ricadute sull'economia del Paese, trattandosi della più grande banca del meridione, ma anche su quella del risparmio locale in quanto i risparmiatori potrebbero perdere fiducia nelle banche del territorio. In estate, dopo l'approvazione del bilancio 2018 in rosso, era l'era di Jacobini, da molto tempo alla guida della banca.

Lo confermano, soprattutto, i numeri dei soldi a disposizione e del costo delle cose da fare per tenere viva la banca di Bari.

Unipol Banca, 722 milioni di perdite cumulate nel biennio, è stata ripulita completamente dai crediti deteriorati dal gruppo finanziario e ceduta a Bper, di cui la stessa Unipol è il principale azionista. Così su Twitter Carlo Calenda commenta il decreto approvato nella tarda serata di ieri contenente le misure a sostegno della Banca Popolare di Bari.

"È stato veramente irresponsabile quello che è successo negli ultimi tre, quattro anni".

Comments