Papa Francesco: "Genitori e figli, basta chattare a tavola"

Adjust Comment Print

In una piazza San Pietro gremita di fedeli, Bergoglio ha dedicato questa domenica tra Natale e Capodanno, come da tradizione, alla famiglia di Nazareth. Il Papa concluderà il 2019, come di consueto, con il 'Te Deum' del 31 dicembre, la celebrazione in cui si ringrazia Dio per l'anno appena trascorso. "La Santa Famiglia solidarizza così con tutte le famiglie del mondo obbligate all'esilio, solidarizza con tutti coloro che sono costretti ad abbandonare la propria terra a causa delle repressioni, della violenza e della Guerra". In sintesi un "risposta corale alla volontà del Padre: i tre componenti di questa singolare famiglia si aiutano reciprocamente a scoprire e realizzare il progetto di Dio".

"La Santa Famiglia - conclude il Papa - possa essere un modello affinché genitori e figli i sostengano a vicenda nell'adesione al Vangelo, fondamento della santità della famiglia. La famiglia è un tesoro prezioso: bisogna sempre sostenerla e tutelarla", dice il Pontefice. Il modello è la forte unione tra Gesù, Giuseppe e Maria, che "pregavano, lavoravano" e si confrontavano tra loro. E guardando alla famiglia di Nazareth, che fu costretta ad andare in Egitto, il pontefice ha rivolto anche un pensiero ai migranti. Sai comunicare o tu sei come quei ragazzi che a tavola sta ciascuno con il proprio telefonino a chattare? Lo ha detto il Papa durante il saluto domenicale dell'ultimo Angelus del 2019, lanciando un appello: "Dobbiamo riprendere la comunicazione in famiglia". In quella tavola sembra vi sia un silenzio come se fossero a Messa... ma non comunicano fra di loro.

Papa Francesco alla Messa di Natale: "L’amore di Dio è incondizionato"
Infine, il 6 gennaio alle 10 nella basilica di San Pietro il Papa celebrerà la Messa nella solennità dell'Epifania del Signore. Il 25 dicembre il Pontefice rivolge la sua benedizione al mondo con Urbi et orbi e invia un messaggio di pace e speranza.

L'Angelus si chiude con la condanna "dell'orribile attentato a Mogadiscio, in Somalia, dove nell'esplosione di un'autobomba, sono morte oltre 70 persone. Sono vicino a tutti i familiari e a quanti ne piangono la scomparsa", ha affermato.

Comments