Roma, c'è l'accordo per la cessione del club: manca solo l'ufficialità

Adjust Comment Print

L'affare è vicino alla chiusura, il 2020 per la Roma potrebbe portare un nuovo proprietario: la trattativa tra James Pallotta e Dan Friedkin sembrerebbe aver imboccato il rettilineo finale, come confermano anche - senza sbilanciarsi troppo - parti vicine ai due americani.

Secondo il quotidiano l'annuncio ufficiale della cessione dell'AS Roma verrà dato già nella giornata di domani, lunedì 30 dicembre; una notizia che scuote il mondo giallorosso con la fine dell'era Pallotta (che inizialmente resterà comunque come socio di minoranza) iniziata nella stagione 2010-2011. I tifosi sono curiosi di sapere quali conseguenze avrà questo cambio di proprietà, nonché se questo potrà comportare un ritorno di Francesco Totti nella dirigenza.

Presidente Boca, De Rossi? non sappiamo se rimarrà
A tal proposito il presidente Ameal ha dichiarato: " Non sappiamo cosa farà De Rossi, se rimane, se continuerà a giocare ". Se la posizione della nuova presidenza xeneizes non è ancora chiara, sembra molto più decisa quella dell'ex giallorosso.

Da tempo c'è una trattativa per il passaggio della Roma da Pallotta e Friedkin, che è seriamente intenzionato a diventare il nuovo proprietario del club. Pallotta chiedeva 800 milioni, al lordo dei 272 milioni di debiti, sarebbero scesi a 780. Atteso un comunicato che chiarirà i dettagli.

Nonostante il prezzo richiesto da Pallotta possa sembrare eccessivo, sarebbe proprio la costruzione dello stadio a rappresentare l'asset più interessante per Friedkin, insieme all'investimento nel 'brand' Roma, allettante per un imprenditore americano attivo anche nel campo del lusso.

Comments