Alan Kurdi: sbarcati a Pozzallo i 32 migranti

Adjust Comment Print

La Commissione europea ha già avviato, proprio su richiesta dell'Italia, la procedura per il ricollocamento dei migranti sulla base del pre-accordo di Malta.

Si conclude la vicenda della nave Alan Kurdi. L'ok allo sbarco è arrivato dal ministero dell'Interno che ha indicato Pozzallo come porto sicuro. Sbarcheranno lì i 32 migranti raccolti e soccorsi nella notte di Natale. A bordo erano presenti 32 migranti, tutti di origine libica: tra loro 5 donne, di cui una incinta, e 10 bambini, di cui il più piccolo di appena tre mesi di vita. Il resto adulti. E' questa la composizione del gruppo di migranti che in questo momento stanno mettendo piede sul territorio italiano.

Brooke 260 Double R
L'auto ha la capacità di passare da 0 a 100 km/h in soli 3,2 secondi, una performance eccellente per questo tipo di auto. Questo la colloca nella categoria delle vetture super-leggere come tutte le altre vetture sportive della stessa categoria.

"Nella notte la Alan Kurdi è stata allertata riguardo un'imbarcazione in difficoltà". Si tratta di uno dei pochi sbarchi che sono stati effettuati nel mese di dicembre, anche a causa del maltempo, che non permette la traversata alla maggior parte dei migranti. Il Viminale, valutate le condizioni di vulnerabilità dei naufraghi, alla fine ha dato il via libera.

Con condizioni del mare previste in netto peggioramento, la Alan Kurdi, che avrebbe effettuato il salvataggio al largo delle coste libiche, è partita poi alla volta di Lampedusa. "Se non avessimo raggiunto queste persone, si sarebbero potute trovare in una tempeste con le possibilità di sopravvivenza ridotte drasticamente".

Comments