Napoli, Allan: "Controllato i tacchetti, sono belli alti. Demme? È il benvenuto"

Adjust Comment Print

"La società sa bene ciò che fa". Gattuso aveva assicurato che si sarebbe preoccupato anche di controllarli personalmente d'ora in poi ma è chiaro che il problema del Napoli è un altro.A Radio Kiss Kiss il brasiliano prova a spiegare: "La prestazione contro l'Inter è stata sicuramente positiva". Hanno i giocatori più forti del mondo, ma non per questo siamo impauriti. Undici sono loro e undici siamo noi. Questa squadra non merita l'attuale classifica. Solo con il lavoro e l'entusiasmo, le prestazioni ed i risultati che vogliamo fare il prima possibile per uscire e stare dove meritiamo. Abbiamo bisogno di una striscia importante di vittorie per ritrovare anche fiducia. "Lo abbiamo abbracciato, ma abbiamo lavorato sempre". Sappiamo che dovremo soffrire, dovremo farlo tutti insieme e cercare di non commettere errori. Una competizione che si gioca su poche gare e tutto può accadere. "Li abbiamo controllati, purtroppo sono cose che possono succedere". Il nostro mister avrà la possibilità di avere più alternative.

Sanremo 2020, i grandi esclusi: ‘mannaia’ Amadeus, spiffero di Chi
E ancora, la cantante aveva insultato Greta Thunberg dicendo che sembrava il personaggio di un film horror. La cantante ha poi aggiunto: "Ma davvero qualcuno pensa che io possa coltivare simpatie razziste? ".

In questa stagione da dimenticare per tanti aspetti, dalla gestione dell'ex allenatore Carlo Ancelotti all'atteggiamento di alcuni calciatori (che decisero per l'ammutinamento dopo Napoli-Salisburgo, ndr), va evidenziata anche la sfortuna nel corso delle partite come contro l'Inter quando Di Lorenzo è scivolato portando all'attenzione di Gennaro Gattuso anche la scelta dei tacchetti. "Per adesso pensiamo alla Lazio e al campionato". Sono pronto a fermare Messi? "Si, ma prima c'è la Lazio".

Comments