Piccole Donne, Greta Gerwig riporta al cinema le sorelle March

Adjust Comment Print

Da oggi la cinema Piccole Donne, firmato dalla sceneggiatrice e regista candidata a 2 premi Oscar per Lady Bird, Greta Gerwig, e basato sul romanzo di Louisa May Alcott. La storia è quella delle giovani sorelle March, Meg (Emma Watson), Jo (Saoirse Ronan), Beth (Eliza Scanlen) e Amy (Florence Pugh), quattro giovani donne determinate a seguire i propri sogni, alle prese con i classici problemi della loro età, sullo sfondo della Guerra Civile Americana.

Non solo: Timothée Chalamet è il vicino di casa Laurie, Meryl Streep è Zia March, Laura Dern è mamma March, mentre Louis Garrel è il professor Friedrich Bhaer, l'uomo di cui s'innamora Jo. In versione restaurata, parte all'Odeon il progetto FELLINI 100, che in collaborazione con la Cineteca di Bologna, proporrà al pubblico, per tutto il 2020, alcuni tra i più celebri film di Federico Fellini, tutti in versione restaurata 4K, in occasione delle celebrazioni per i 100 anni dalla nascita del grande regista italiano. Tanto che, all'inizio del film, Jo/Saoirse, correndo tra la folla, sembra la Frances Ha che saltava tra Brooklyn a Manahattan con un sogno in tasca e un futuro tutto da scrivere. Questi ultimi mantengono il carisma e la tenacia con cui li ricordavamo e sono riusciti a superare la prova del tempo rimanendo, ancora oggi, più attuali che mai. "Detto questo, è importante notare che gli spettatori hanno quasi il doppio della probabilità di vedere un personaggio maschile in un ruolo parlante rispetto ad un personaggio femminile".

Incorniciate da una confezione pressoché perfetta che si avvale tra gli altri della luminosa fotografia di Yorick Le Saux, dei bei costumi di Jacqueline Durran e delle evocative musiche di Alexandre Desplat, le protagoniste di Piccole Donne rivendicano ciascuna a modo proprio l'importanza dei sogni e il diritto a fare emergere la propria identità.

In questo nuovo adattamento cinematografico, il settimo, la regista Greta Gerwig (Lady Bird) sceglie di rendere la storia più dinamica e coinvolgente rimodellando i tempi del racconto e presentando le scelte e la crescita delle sorelle March attraverso continui flashback e ritorni al presente. La Alcott, impegnata nell'affermare i diritti delle donne e tenace abolizionista della schiavitù, scrisse molto, oltre 300 libri, ma sarà sempre ricordata solo per le quattro sorelle di 'Piccole donne' e per i libri che proseguiranno la saga: 'Piccole donne crescono', 'Piccoli uomini' e 'i ragazzi di Jo'. La storia di Piccole Donne resta infatti integra nella sua classicità.

Formula 1, niente Ferrari per Max Verstappen: rinnova con la Red Bull
Così il team principal, Christian Horner: "Per il team l'estensione del contratto di Max fino al 2023 è una notizia fantastica". Qualche ora fa la scuderia di Formula 1 Red Bull ha annunciato il prolungamento del contratto di Max Verstappen fino al 2023.

La Lauren fa riferimento al fatto che, sempre nel 2019, le attrici che hanno partecipato ad un film in un ruolo che preveda anche dei dialoghi si sono fermate al 34%: una diminuzione dell'1% rispetto all'anno precedente.

Eppure, nonostante le infinite battaglie e i movimenti per la rivendicazione dei diritti delle donne, cinquanta anni dopo Louisa May Alcott si trova a dover ribadire a gran voce il concetto.

Piccole donne vi aspetta in sala dal 9 gennaio con Warner Bros. La vera protagonista del film, però, è la Jo di Saoirse Ronan, una donna indipendente e sicura di sé con un talento per la scrittura che la porterà a narrare la storia della sua famiglia.

Comments