Il dramma di Michele Bravi a Verissimo: "cambiato tutto dopo l’incidente", video

Adjust Comment Print

La conseguenza è stata drammatica perchè una donna ha perso la vita.

Continua l'appuntamento con la nuova stagione di Verissimo, uno dei programmi di punta del pomeriggio di Canale 5. Ecco le dichiarazioni del cantante.

C'è grande attesa per l'intervista di Michele Bravi a Verissimo. "Ho deciso di affrontare la situazione con uno specialista, e con il trattamento clinico dell'EMDR sono tornato a parlare e ad ascoltare". Con la sua solita pacatezza, Michele Bravi si mostra per un'artista che ha fatto ammenda dei suoi errori ma che è pronto a rinascere. Silenzio assoluto per più di un anno, poi la musica che gli ha restituito la vita. Mi diceva l'opposto di quello che mi dicevano gli altri. "Mi ha insegnato ad assorbire questo dolore, tenendomi la mano".

Chi è Michele Bravi, carriera e curiosità sul giovane cantante: dalla vittoria a X-Factor a Sanremo fino al drammatico incidente. Questa canzone mi ha suggerito qualcosa che per mesi ho ignorato: tutto il rumore che mi portava in quel luogo di buio poteva essere frenato dal suono della musica. Fra i vari ospiti, la padrona di casa intervisterà Michele Bravi, che tempo fa ha vissuto un vero e proprio trauma per una triste vicenda che lo ha coinvolto.

Silvia Toffanin chiede a Michele Bravi di cosa abbia paura oggi, il cantante risponde: "Ho tantissima paura".

Le cinque donne di Sanremo: Clerici, Leotta, D'Aquino, Chimenti e Novello
È stata una conferenza stampa molto chiacchierata quella sostenuta da Amadeus per la presentazione del Festival di Sanremo . Questo il messaggio di riconoscimento dei talenti delle donne e della loro dignità che passa dal servizio pubblico RAI.

Ha ripercorso la malattia fin dai primi momenti, quando l'ha scoperta e la difficoltà nel raccontare tutto alla famiglia: "La squadra andava in ritiro, dissi alla mia famiglia che avevo la febbre e non sarei andato in ritiro. Poter tornare a cantare al suo fianco è stato un regalo di amicizia immenso" ha ammesso a Tgcom 24.

Giovedì 23 gennaio si svolgerà la prima udienza del processo.

E' un momento complesso. Sugli scenari possibili, Bravi confida: "Non amo molto parlare di quel momento perché so che ogni parola è un modo per dare spazio a questo riverbero di dolore che coinvolge diverse persone, so che queste mie parole possono dare spazio al dolore di risuonare".

Michele ha raccontato: "Quando vivi un trauma cambia il tuo corpo e il modo di vedere le cose". Ero semplicemente da un'altra parte, avevo perso aderenza con la realtà. Insomma la battaglia che l'allenatore sta affrontando è molto intensa ma un guerriero come lui, sicuramente riuscirà a vincere.

Comments