Emilia Romagna, l'ultima di Salvini: citofona a casa di un presunto spacciatore

Adjust Comment Print

La famiglia di tunisini accusata di spacciare sotto i portici. Il giorno dopo l'episodio, Biagini ha trovato la sua macchina danneggiata. "Il citofono? Chiedetelo a lui perché lo ha fatto". Per fortuna, dopo le analisi, è rientrato tutto perché erano accuse false. Poi sono arrivate 'Le Iene' per un servizio, poi non andato mai in onda, sulla qualità della Maria Salvador, la cannabis legale di cui sono testimonial. Il gesto dell'ex ministro dell'Interno, che ieri a Bologna ha citofonato a casa di un cittadino tunisino accusandolo di spaccio, rischia di diventare un caso politico-diplomatico. Il maresciallo in questione presumibilmente è quello citato dalla donna durante la sua passeggiata con il leader leghista dove la signora spiega che è il suo punto di riferimento per le denunce relative allo spaccio di droga. Oggi è toccato a Yassin, che tra l'altro è un ragazzo italiano, figlio di quelli che si chiamano matrimoni misti e che pare che oggi in Italia stiamo diventando qualcosa di sacrilego. Ci può far entrare cortesemente? Per questo va apertamente combattuto, anche dicendo la verità delle cose.

"Mancano tre giorni per dare al Pd una lezione che si ricorderà per i prossimi 50 anni". Scatto che ha suscitato in passato diverse polemiche, visti i precedenti del tifoso rossonero. Chiara Ferragni ha sperimentato per la prima volta un macchinario per potenziare gli addominali, ma non le è piaciuto affatto trovarsi a testa in giù e quindi, appena ne ha avuto modo, è fuggita a gambe levate. Da Salvini un passaggio riservato anche all'immigrazione: "Sono stufo di avere un'inchiesta ogni sei mesi". La famiglia infatti è italo-tunisina, visto che la madre del ragazzo è italiana. Io sono uno studente, gioco a calcio nell'Imolese, mio padre è un gran lavoratore. Che poi uno spacciatore sia tunisino, italiano o finlandese non è importante. Sbagli che ha pagato e che non ha nascosto: anche così si dimostra di essere cambiati. "I residenti del quartiere - prosegue - non hanno dubbi, hanno certezze".

Juventus, Dybala chiama Pogba: "Spero che potremo festeggiare di nuovo insieme"
Come lo è poter vincere tutti quei titoli che mancano, per la gente, per noi, perché anche noi lo meritiamo. STORIA BIANCONERA - "Un calciatore sogna sempre di arrivare in un club del genere ".

- non rinuncia ad un marciapiede sovradimensionato in un tratto di lungomare in cui non ci sono così tanti locali lato mare come nel tratto più a nord, nonché in condizioni precarie con una pavimentazione irregolare ed una manutenzione e verniciatura dei muretti ormai datata. "Se ci fosse stato un problema bastava segnalare, senza alcun bisogno di queste messinscene a favore di telecamere". Per citare un ex premier, Matteo Salvini è solo un "senatore semplice". "Secondo voi ci hanno aperto?".

Comments