Coronavirus: i veri rischi per l'Italia

Adjust Comment Print

Misure drastiche per contenere un virus che, sino a poche settimane fa, pareva tutt'altro. Intanto, il direttore generale dell'Oms Tedros Ghebreyesus ha reso noto che al momento non è stata dichiarata l'"emergenza globale". Al momento si tratta solo di un'ipotesi: non ci sono prove che il virus si trasmetta per via aerea e che possa diffondersi tra persone dentro una stanza, come accade con l'influenza o il morbillo.

Con il passare delle ore e l'aumento dei casi di contagio, arrivati a 616, a Pechino la forte preoccupazione per la diffusione dell'epidemia ha indotto le autorità ad adottare misure più drastiche: la Città Proibita è stata chiusa e tutti i festeggiamenti per il Capodanno cinese annullati. E come si cura l'infezione? Lo ha confermato l'agenzia di stampa cinese Xinhua, citando Zhong Nanshan, capo degli studiosi che sta analizzando la situazione.

Il nuovo coronavirus, della stessa famiglia della Sars, comparso in Cina nella città di Wuhan, che da dicembre ha già fatto registrare tre vittime e circa 200 casi confermati, è trasmissibile da uomo a uomo. Lo stesso giorno, il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) annuncia che inizierà lo screening dei passeggeri in arrivo da Wuhan in tre aeroporti: San Francisco, JFK di New York e Los Angeles. Anche il Regno Unito ha introdotto controlli "precauzionali" in aeroporto per allontanare il rischio di contagio. Per maggior sicurezza e rispetto del protocollo in un ospedale comunque blindato si attende l'esito di altri accertamenti per la diagnosi definitiva della donna che risulta positiva al micoplasma, non dissimile dal coronavirus. "Come per un incendio, poi alimentato da sterpaglie e vento, nel caso umano il pericolo arriva soprattutto dai viaggiatori" spiega ancora Pregliasco.

"Per prendere la malattia da un animale ci vuole un contatto diretto, non a caso ad ammalarsi sono stati i frequentatori di un mercato di esemplari vivi". Sarebbe la quinta volta in assoluto, anche se agli esperti questo virus pare meno aggressivo di quello della Sars.

Coronavirus, l'italiana che vive a Wuhan: "Una città fantasma"
"Mi riferiscono che Wuhan è blindata, e che in alcune città vicine è stata imposta la chiusura di tutte le attività pubbliche". Sono saliti a 616 i casi di polmonite da coronavirus confermati in Cina , 25 i decessi: lo hanno reso noto le autorità locali.

In tutta l'Asia e in alcuni Paesi occidentali si sta diffondendo una vera "virus-mania", dopo i casi segnalati in

Tre morti in Cina - Oltre alle tre vittime in Cina si contanto 140 nuovi casi di contagio. I sintomi della malattia sono tipicamente respiratori, ovvero febbre, tosse, raffreddore, mal di gola e grave affaticamento polmonare.

La sanità pubblica si può premunire attraverso controlli su persone che giungono dalle aree a rischio, per ridurre il rischio di disseminazione del virus.

Comments