Caso sospetto di coronavirus al Fazzi: in giornata i risultati

Adjust Comment Print

Paura per un sospetto caso di coronavirus a Lecce: l'allarme è scattato ieri sera quando è emerso che una paziente di nazionalità cinese sarebbe stata ricoverata all'ospedale Vito Fazzi del capoluogo salentino con febbre e problemi respiratori. In una nota, "il dipartimento Salute della Regione Puglia, in relazione ai casi sospetti di infezione da 2019-nCoV verificatisi in Puglia negli ultimi giorni, informa che le indagini tempestivamente eseguite dal Laboratorio di Epidemiologia Molecolare e Sanità Pubblica della UOC Igiene Policlinico di Bari (già laboratorio di riferimento per le emergenze infettive) consentono di escludere che si tratti di infezioni da nuovo coronavirus".

Assalto sull’A1, cercano di bloccare un portavalori incendiando auto
Le prime informazioni parlano di un portavalori che sarebbe stato bloccato, ma comunque poi riuscito a rimanere indenne. Sul posto sono arrivati Vigili del fuoco , che stanno spegnendo gli incendi.

Trattasi di fake news in piena regola, anche se un fondo di verità intorno alla vicenda c'è come ha spiegato il direttore del pronto soccorso di Lecce il Dottore Fracella che contattato telefonicamente ha spiegato quanto accaduto nella struttura ospedaliera: "Nei giorni scorsi infatti un musicista salentino rientrato dalla Cina, in viaggio con la cantante che ha fatto scattare l'allarme all'ospedale di Bari propria nella regione dello Wuhan, è stato obbligato dai genitori dei bambini a cui insegna musica a sottoporsi ai controlli". La donna ha riferito di essere tornata da poco da Roma dove avrebbe incontrato dei connazionali che erano stati in Cina. Immediatamente sono scattati i protocolli di sicurezza: la donna è stata messa in isolamento e sono stati prelevati dei campioni che saranno analizzati dagli esperti infettivologi dello Spallanzani di Roma. I primi risultati delle analisi sono attesi in giornata.

Comments