Bollette a 28 giorni, Antitrust sanziona le compagnie telefoniche

Adjust Comment Print

L'Autorità Antitrust ha irrogato una sanzione a Fastweb, TIM, Vodafone e Wind Tre per un totale di 228 milioni di euro accertando un'intesa anticoncorrenziale relativa al repricing effettuato nel ritorno alla fatturazione mensile. L'Antitrust parla di "un'intesa segreta, unica, complessa e continuata, restrittiva della concorrenza" tra Fastweb, TIM, Vodafone e Wind Tre.

In particolare, evidenziano le indagini, i quattro operatori telefonici hanno coordinato le proprie strategie commerciali relative al passaggio dalla fatturazione quadrisettimanale (28 giorni) a quella mensile, con il mantenimento dell'aumento percentuale dell'8,6 per cento.

Tale coordinamento, si legge nella delibera, era "sotteso a mantenere il prezzo incrementato, vanificando il confronto commerciale e la mobilità dei clienti". Nel documento del provvedimento è interessante vedere come facendo i calcoli degli aumenti decisi da ogni singolo operatore il numero finale sia esattamente lo stesso per i quattro operatori operatori Fastweb, TIM, Vodafone e Wind Tre: 8,6%. Esse, infatti, hanno ritenuto che tali concetti fossero leciti in quanto riconducibili "all'esercizio del diritto di difesa e in parte necessari e prodromici a una legittima attività di lobby di categoria verso il regolatore e verso il legislatore". Ad ogni modo, la vicenda non si conclude qui. Quando la legge ha imposto agli operatori di tornare alla fatturazione mensile, questi si sarebbero accordati per aumentare le tariffe alla stessa percentuale con l'obiettivo di recuperare la mensilità in più che avrebbero perso.

Adesso l'Antitrust decreta che c'è stato cartello in quest'ultima operazione. Un'intesa che comunque non si è potuta concretizzare grazie all'intervento dell'Autorità che nel marzo 2018 - attraverso delle misure cautelari - ha obbligato gli operatori a riformulare le proprie strategie commerciali determinando di conseguenza una diminuzione dei prezzi rispetto a quelli precedentemente annunciati.

Emma Marrone: "Mai più bionda", la drastica decisione dopo la malattia
Emma Marrone salirà sul palco del Festival di Sanremo con un colore di capelli diverso dal biondo degli ultimi anni . Per questo, i fan, molto presto, si dovranno abituare a vedere sfoggiare alla loro beniamina una chioma brown.

Un'altra autorità, Agcom (Autorità Garante delle Comunicazioni), aveva sanzionato nel 2017 gli operatori e dopo aveva stabilito rimborsi agli utenti; ma solo per la telefonia fissa.

Le multe sono certamente salate, ma rimane il nodo dei rimborsi ai clienti, che non sono mai stati erogati in forma automatica, ma solo a chi li ha richiesti in modo esplicito, nella forma di storno in bolletta.

L'Antitrust ha spiegato le motivazioni della sanzione con una nota, citata da Repubblica: "Nell'imporre la multa l'Autorità ha bilanciato la necessità che esse abbiano efficacia deterrente rispetto a possibili future condotte concentrate tra gli operatori e l'esigenza che le stesse non siano ingiustificatamente afflittive".

Comments