GIUDICE SPORTIVO - Serie A, dieci squalificati, tutti per un turno

Adjust Comment Print

"Lavali col fuoco, oh Vesuvio lavali col fuoco" e "Noi non siamo napoletani" sono stati gli slogan più intonati dalla parte più calda del tifo ligure e che hanno spinto il giudice sportivo a infliggere un'ammenda al club blucerchiato con la seguente motivazione "per avere suoi sostenitori, al 15° nonché al 44° e 45° del secondo tempo, intonato cori insultanti di matrice territoriale nei confronti della tifoseria avversaria". Il comunicato emanato pochi minuti fa racconta però anche di altro, ad esempio del lancio di oggetti (accendini, ndr) al Gewiss Stadium durante l'uscita dal campo di Behrami espulso e prima di alcuni rinvii di Mattia Perin. La società ha ricevuto una doppia sanzione. Spazio anche per i cori avvertiti allo stadio Ferraris e rivolti al Napoli.

Un episodio spiacevole (l'ennesimo) che ha portato il tecnico dei doriani, Claudio Ranieri, a chiedere personalmente scusa per quanto accaduto in campo nel corso della partita. Per quanto riguarda le ammonizioni, un turno di stop anche per Alessandro Bastoni dell'Inter, Luca Cigarini del Cagliari, Marteen De Roon dell'Atalanta, Eljif Elmas del Napoli, Andrea Poli del Bologna, Cristian Romero del Genoa ed Ernesto Torregrossa del Brescia, tutti ammoniti e già diffidati.

Atterraggio d'emergenza per un Boeing 767 a Madrid
L'aereo ha dovuto consumare quasi tutto il carburante prima di poter procedere all'atterraggio di emergenza che è avvenuto, appunto, ore dopo il decollo.

Ammenda di 4.000,00 euro al Brescia a titolo di responsabilità oggettiva, per avere ingiustificatamente ritardato l'inizio della gara di circa quattro minuti.

Comments