Segre: preside a prof Firenze, 'Lei non venga più a scuola'

Adjust Comment Print

Parole dure e sicuramente inopportune, specie se pronunciate davanti a dei ragazzini di seconda media.

Quanto accaduto a Firenze in questi ultimi giorni rischia di diventare l'ennesimo tormentone politically correct.

A seguire sono intervenuti i consiglieri Franca Zucchetti (Partito Democratico), Letizia Kakou (Fare Nuova la Città - Cremona Attiva), Saverio Simi (Forza Italia), Simona Sommi (Lega Lombarda - Lega Salvini Lombardia), Elisa Chittò (Partito Democratico). "E ora non andate a casa a dire ai vostri genitori che sono nazista e antisemita" avrebbe anche aggiunto. "Intanto le ho chiesto di non presentarsi a scuola a partire da oggi".

Agenpress - Una professoressa di una scuola media di Firenze ai propri alunni ha offeso Liliana Segre dicendo di non sopportarla più. "Voglio parlare con insegnanti e bambini".

Bologna-Brescia, Bani regala la vittoria ai suoi. I felsinei superano il Napoli
Nel recupero ancora Palacio a sciupare una colossale occasione mandando fuori a porta vuota su assist di Poli . Subito pericolosi Orsolini e Schouten, ci prova anche Musa Barrow .

Siculiana al lavoro per il riconoscimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, senatrice a vita e testimone della Shoah.

Raccontando l'episodio proprio durante il processo, Giorgia Meloni aveva espresso tutte le sue preoccupazioni: "Io questo uomo non l'ho mai visto né conosciuto, ma il mio modo di vivere è ovviamente cambiato".

"Sono qui anche come nonna che vuole lasciare un messaggio ai suoi nipoti, che siano capaci di fare la scelta giusta e di essere "con la loro coscienza sempre quella farfalla che vola sopra i fili spinati".
Sono particolarmente soddisfatto che la proposta sia stata approvata all'unanimità, si tratta di un atto formale e altamente simbolico, attraverso il quale la accogliamo di fatto nella comunità melegnanese, annoverandola tra i suoi più tra i suoi più illustri concittadini" commenta Possenti. Ma la domanda è: è possibile ravvisare nelle parole della prof un atteggiamento del genere? Lo ha detto la senatrice a vita Liliana Segre intervenendo al Parlamento europeo a Bruxelles, parlando della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz. "Tra l'altro a quanto pare sembra che abbia anche tessuto le lodi di Mussolini", avrebbe commentato una mamma. Io capii che io non ero come il mio assassino, che avevo scelto la vita e che non potevo togliere la vita a nessuno.

La richiesta per l'istituzione di una commissione di inchiesta per individuare e condannare i colpevoli di un omicidio e il conferimento della cittadinanza onoraria al Senatore Liliana Segre.

Comments