Sanremo 2020: Anastasio 13esimo, vince Diodato

Adjust Comment Print

Ha trionfato con sufficiente merito il talentuoso Diodato (la sua Fai rumore potremmo definirla un perfetto esempio di tradizionalismo modernista), che l'ha spuntata sulla gustosa Viceversa di Gabbani; mentre tra i giovani la vittoria è andata al nipote e figlio d'arte Leo Gassman, anche se i vincitori morali sono stati indubbiamente gli Eugenio in Via di Gioia, (Premio della Critica, ma fuori al primo turno); tra i big ha brillato anche la raffinata delicatezza di Tosca e l'esuberanza contagiosa dei Pinguini Tattici Nucleari e quella più esotica di Gualazzi.

Da qualche ora non si parla d'altro. Forse perchè qualcuno spera ancora che Levante e Diodato possano essere una coppia? Indaffi, Diodato è nato ad Aosta ma è cresciuto a Taranto, fino a quando la crescita artistica e professionale ha cominciato a chiamarlo, anche da lontano.

E oggi si parla di questo anche nella puntata di Domenica IN del 9 febbraio 2020.

Twitter
Sanremo, gaffe di Sky che spoilera il nome del vincitore prima di Amadeus. E i social si scatenano

Così, i rumors si sono rincorsi e sono aumentati dopo la dedica che Levante gli ha fatto su Instagram. Non solo ci siamo scritti, ma ci siamo visti anche a settembre e di recente. In una nuova intervista di Quotidiano.net il vincitore di Sanremo ha dichiarato: "No,"Fai Rumore" non è dedicata a Levante".

Pare, però, che in verità "Fai Rumore" sia dedicata completamente ad un'altra persona.

D'altronde, anche Levante ha voluto rendere omaggio alla sua trascorsa storia d'amore con Diodato. Il suo album si chiama "Che vita meravigliosa". Non ci si ricorda nemmeno perché abbiamo smesso di farci sentire dall'altro. Ha perso il rumore prodotto dai cantori del negativismo a priori che hanno alimentato polemiche (legittime certamente) e dubbi sulla partecipazione di Junior Cally o Achille Lauro, entrambi - come si è visto - sgonfiati e indietro nella classifica finale.

Sasso dal cavalcavia colpisce l'auto di Fresi e Benvenuti
Tutto e bene quel che finisce bene , questi sono degli imbecilli pericolosi, non so se capiscono quante vite mettono a rischio. Sul posto è intervenuta la polizia stradale di Pratola Peligna, i carabinieri di Avezzano e il personale di Strada dei Parchi.

Comments