Coronavirus, russa fugge da quarantena: "Mi avevano rinchiuso in una gabbia"

Adjust Comment Print

Dopo un viaggio nella provincia cinese di Hainan, la 32enne si era infatti presentata in ospedale lamentando un forte mal di gola. Ma dopo due giorni "d'isolamento" ha 'scassinato' la serratura magnetica ed è scappata.

Milan Juventus, attesi 70mila tifosi per la Coppa Italia
Giocherà dal primo minuto Eriksen, in difesa ci sarà Bastoni al fianco di Skriniar e de Vrij. In mezzo al campo potrebbe tornare Allan dopo l'infortunio , con Demme in cabina di regia.

Il marito della donna ha discusso con il medico perché lei e il figlio fossero dimessi, ma il medico ha detto che dovevano essere trattenuti per 14 giorni anche con il test del virus negativo. "Prima ho disegnato una mappa e fatto un piano dettagliato". "La nostra Costituzione garantisce la libertà". "Quando è arrivata la sera e il personale medico ha abbassato la guardia, ho messo in corto circuito la serratura magnetica nella mia stanza: ho studiato fisica, il che mi ha aiutato", ha raccontato Ilyina su Instagram. "Non capisco perché dovevo stare in una gabbia d'ospedale ", ha aggiunto. Di tutt'altro avviso lo specialista in malattie infettive Vladislav Zhemchugov: "La sua fuga (di Alla Ilyina, ndr) è scioccante". I media russi hanno riferito che l'ospedale ha reso nota la fuga di Ilyina alla polizia e che potrebbe essere avviata un'indagine penale sull'accaduto.

Comments