Uva: "Il FPF serve per mantenere l'equilibrio competitivo: le regole vanno rispettate"

Adjust Comment Print

Uva ha poi parlato del Manchester City: "Non è un sistema per punire qualcuno ma per mantenere equilibrio". I club che partecipano ai tornei in Europa devono sottostare alle licenze Uefa e al fairplay, in equilibrio fra costi e ricavi.

Dopo la batosta al Manchester City per aver violato il Fair Play Finanziario, la Uefa è pronta a inasprire le norme in materia e a dichiarare guerra alle cosiddette "plusvalenze fittizie", ovvero il gonfiare il costo del cartellino di un giocatore e di metterlo a bilancio, una pratica per sanare in parte o totalmente le perdite accumulate durante l'esercizio fiscale. "Poi la camera indipendente decide un'eventuale sanzione".

Per il momento, la UEFA ha individuato solo l'obiettivo: lo studio della nuova regola è ancora in corso e non è detto che si trovi una soluzione nel breve termine.

Il Paris Saint Germain non è incorso in sanzioni.

PARAGONE CON IL PSG - "Non posso entrare nel merito di quello che decide la camera giudicante". Sono comunque casi diversi, non conosco però le carte e non voglio conoscere. Anche il Milan e altri club sono stati esclusi dalle Coppe, altre società sono sotto il settlement agreement.

Il caso del Manchester City ha fatto suonare il campanello d'allarme per l'UEFA. Oltre 90 società sono state controllate perché violavano il Fair Play Finanziario.

PREMIER - L'inarrestabile Liverpool è già in Champions League
Partita dura oggi per gli uomini di Klopp che riescono a sbloccarla e a vincerla solo nel finale con la rete di Sadio Manè . E' arrivato anche il successo contro il Norwich , grazie alla rete decisiva di Manè .

Qualche squadra italiana si deve preoccupare? "Ma è giusto che venga analizzato, venga provato, testato". Mi auguro proprio di no. Niente FPF in Italia? "Sì, il pareggio di bilancio è stato tolto dalla Federazione". Lo vedo come un'interferenza che va contro l'indipendenza della scelta dell'arbitro sulla decisione finale. In ogni caso se ne occupa l'Ifab, che è un organismo della Fifa.

Infine sul 'Challenge' della Var, Uva aggiunge: "Non sono molto d'accordo, anche se si potrebbe testare sui settori giovanili".

La lente d'ingrandimento della UEFA su questo fenomeno potrebbe scatenare ulteriori rischi di sanzione per le squadre del nostro campionato.

Sono due le motivazioni che hanno spinto a decretare una sentenza così pesante. Può vincere lo Scudetto? Sono felice di questo. "Spero che le italiane facciano più strada possibile in Champions ed Europa League quest'anno, possono arrivare in fondo".

Ha la sensazione che il calcio sia spaccato in due? Chi ha investito in infrastrutture in passato adesso è avvantaggiato. Un modo, finora legale, di 'aggirare' il Fair Play Finanziario.

Comments