Formula 1: Hamilton prova un volante mobile nei test di Barcellona

Adjust Comment Print

Attraverso un tweet sull'account ufficiale il noto programma di Rai 2 ha annunciato la presenza dei piloti della Ferrari e del team principal nella giornata di domenica 16 febbraio: "Siamo orgogliosi di annunciarvi che a "Che tempo che fa", per la prima volta, avremo con noi i piloti della Scuderia Ferrari Charles Leclerc e Sebastian Vettel con il team principal Mattia Binotto".

Sono cominciati questa mattina alle 9 in punto i primi test invernali di Formula 1 in vista del via della stagione 2020 che scatterà il 15 marzo con il Gran Premio d'Australia a Melbourne. Il concerto ritrovato', nelle sale con un evento speciale in occasione dell'80° anniversario della nascita di Faber; il virologo Roberto Burioni per un aggiornamento sul Coronavirus; il mattatore Teo Teocoli.

Un'altra ipotesi è invece il passaggio da un ingranaggio all'altro in base alla tipologia di curva che il pilota inglese si appresta ad affrontare. Mi sento un po' anche italiano. Non c'è dubbio che la Ferrari nei prossimi anni lotterà con la Mercedes per i titoli in campionato, ma l'italiano ha anche elogiato il fatto che anche la concorrenza è diventata più forte.

Lautaro-Barcellona, la decisione al giocatore: tre possibili contropartite per l'Inter
Inoltre, anche Dembelé spesso è costretto ai box e con l'ultimo infortunio rischia di aver terminato in anticipo l'annata. La Pulce ha giocato con lui in Nazionale in coppa America e tra i due si è subito instaurato un grande feeling.

Il Direttore Tecnico di Racing Point, Andy Green ha spiegato: "Per quanto possiamo vedere nel video, questo dispositivo fa parte dello sterzo". Siamo giovani. C'è ancora tanto da crescere. Grazie alle immagini che la F1 sta trasmettendo in diretta da Barcellona, l'amico Matteo Bobbi di Sky Sport F1 ha fin da subito notato uno strano movimento del volante montato sulla W11.

Parola al team principal Binotto: "È un'emozione presentare la nuova Ferrari: questo è un anno particolare". 40 degli addetti ai lavori, lavorano in Ferrari da più di 35 anni come ha sottolineato l'ad della Ferrari Camilleri, che li ha definiti "eroi sconosciuti". Mi sono preparato fisicamente in montagna e mentalmente avrò un approccio simile a 2019. Un sistema, molto probabilmente meccanico, collegato allo sterzo che va ad influire sulla convergenza delle Pirelli anteriori. Sarà un anno interessante, la concorrenza è dura, ma è anche importante perché dovremo sviluppare una vettura per il nuovo regolamento 2021. Ma in gara consentirebbe ad Hamilton e Bottas di avere una macchina che consuma gomme molto ridotto rispetto a una vettura, chiamiamola così, tradizionale e quindi praticamente imbattibile. "Vorrei ringraziare anche tutti i 350 uomini e donne che lavorano nel Reparto Corse, lavorando instancabilmente con grande fedeltà per la scuderia". Osservandola si vedono le differenze, soprattutto sul retro.

Comments