Permette? Alberto Sordi: il film su Rai 1, oggi 24 Marzo

Adjust Comment Print

Un attore straordinario, dotato di un talento innato, che ci ha regalato con più di duecento film una galleria di personaggi indimenticabili con un gioco di invenzioni e di tic sui loro modi di parlare e di muoversi, come il suo famosissimo saltello. Non sono però questi solo gli anni dell'ascesa al successo ma anche del grande amore per Andreina Pagnani, doppiatrice italiana e unico legame sentimentale accertato dell'attore.

Permette? Alberto Sordi: la trama, il cast e le anticipazioni del film che andrà in onda stasera 24 marzo 2020 su Rai 1 alle 21:25.

La sceneggiatura del film, coprodotto da Rai Fiction e da Ocean Productions, è firmata dallo stesso Manfredi e da Dido Castelli e si avvale della consulenza storica del critico cinematografico Tatti Sanguineti, autore del libro "Il cervello di Alberto Sordi". La sua consacrazione definitiva arriva con "Un americano a Roma".

"Ho conosciuto Sordi personalmente, attraverso mio padre - dice ancora Luca Manfredi - con cui ha girato diversi film, e c'è una cosa che li accomunava: la riservatezza e la gelosia nei confronti della propria vita privata".

Coronavirus: Svizzera, quasi 5.000 casi - Ultima Ora
L'infezione colpisce sia le donne che gli uomini, ma gli uomini sono più sovente malati a partire dai 60 anni. Si ricorda che il Coronavirus può colpire anche le fasce adulte e più giovani della popolazione.

Il cast del film è ricco di attori, dal calibro di: Alberto Paradossi; Pia Linciotti; Martina Galletta; Lillo Petrolo; Sara Cardinaletti; Giorgio Colangeli; Luisa Ricci; Paola Tiziana Cruciani;Michela Giraud; Massimo Wertmüller; Paola Giangrasso e molti altri. La regia è di Luca Manfredi.

E' con il film Dogman che ottiene il Nastro d'argento come Miglior attore protagonista e il David di Donatello come Miglior attore non protagonista. Hanno girato lo scorso agosto e per prepararsi Edoardo Pesce racconta di essere andato il 15 giugno alle 15 sulla tomba di Alberto Sordi per chiedergli di dargli una mano ("Signor Sordi, mi dia una mano"): si è trovato in un cimitero del Verano totalmente deserto.

Il film ripercorre la carriera di Alberto Sordi da quando, dopo l'espulsione dall'Accademia di Recitazione dei Filodrammatici a Milano, riuscì a diventare il doppiatore di Oliver Hardy (l'Ollio del duo comico Stanlio e Ollio).

Negli Anni '50 nasce anche l'amicizia con il grande regista romagnolo Federico Fellini che lo vorrà nei suoi film "Lo sceicco bianco" e "I vitelloni". Ad interpretare l'Albertone nazionale un bravissimo attore come Edoardo Pesce trasformato all'occorrenza come già avvenuto nella serie "Il cacciatore", dove Pesce interpreta il boss mafioso Giovanni Brusca. Un "gigante" del nostro cinema, uno dei più amati e apprezzati artisti a livello internazionale, che ha contribuito a rendere grande nel mondo la commedia all'italiana.

Comments