Il premier inglese Boris Johnson è positivo

Adjust Comment Print

Per questo il presidente Donald Trump ha avuto un "colloquio molto positivo con il presidente cinese" Xi Jinping: "Abbiamo discusso in dettaglio del coronavirus che sta devastando grandi parti del nostro pianeta".

Diventa una vera e propria emergenza nazionale anche di carattere politico, il caso del premier britannico che è risultato positivo al test sul coronavirus. Oltre al divieto di uscire se non strettamente necessario e di mantenere la distanza di sicurezza di un metro tra le persone. E nono solo, perché: 823 fra aziende, centri di ricerca e università hanno presentato a loro volta altre app con lo stesso scopo. Notizia immediatamente smentita da Buckingham Palace.

Mentre i paesi colpiti dal Coronavirus, Italia e Spagna in primis, si chiudevano a riccio per evitare il contagio di tutta la popolazione e il collasso del sistema sanitario, il Regno Unito si preparava a contagiare tutta la popolazione salvo poi sviluppare un'immunità di gregge.

Coronavirus, morto all'ospedale Sant'Elia un medico di famiglia
"Sono appena stata informata del fatto che anche i medici di Famiglia di Napoli hanno iniziato a pagare un altissimo tributo. Così come mi hai insegnato a vivere e come mi hai permesso di fare sempre, supportandomi sempre negli studi e nella carriera.

"Ma grazie alla tecnologia moderna continuerò a guidare la risposta del governo nella lotta a questo virus in video-conferenza".

Il leader britannico ha confermato le informazioni sul suo account Twitter. "Noi lo sapevamo da 11 settimane", ha aggiunto.

Hanno mascherine che non rispettano gli standard di sicurezza e delle tute che non li proteggono dalla minaccia del virus.

Comments