MotoGP eSport | Ad Alex Marquez la Virtual Race del Mugello

Adjust Comment Print

"In Qatar ce la saremmo giocata, ma se sentivi gli altri piloti dicevano la stessa cosa e quindi c'erano almeno sei-sette possibili vincitori" ha esordito Dovizioso "Tutti si sentivano messi abbastanza bene dopo i test in Qatar, ma alla fine e' la gara che conta e l'aver lavorato sugli aspetti che ti servono per vincerla, perche' il livello si e' alzato molto di piu'". Il pilota classe 1997 ha trionfato nella gara del Mugello.

Il pilota di Forlimpopoli ha poi proseguito: "Noi piloti arriviamo da piu' di due mesi di stop e dobbiamo riprendere il feeling con la moto".

Coronavirus, niente false speranze. L’Oms: "Picco contagi forse prossima settimana"
Per quanto riguarda, invece, gli aiuti in ambito europeo all'Italia , Guerra ha voluto sottolineare alcune evidenze. "Noi - ha spiegato - dobbiamo concentrarci su coloro che hanno una sintomatologia clinica".

I piloti visti in azione quest'oggi hanno gareggiato sulle loro rispettive moto, con lo spagnolo della Honda capace di aggiudicarsi il primo #StayAtHomeGP grazie ad una partenza incredibile che lo ha portato subito in testa alla prima curva, e dopo aver regolato Francesco Bagnaia nelle fasi iniziali della gara ha tenuto la testa della corsa completando i sei giri in programma con oltre sette secondi di vantaggio sul pilota italiano, vittima di una caduta al penultimo giro di gara che ha compromesso le sue chances di vittoria. "Ma quest'anno ci sarà ancora più concorrenza". Dieci i piloti al via dal proprio divano di casa: Mavericks Vinales, Pecco Bagnaia (favoritissimo), i fratelli Marquez, Marc e Alex, i due Suzuki, Alex Rins e Joan Mir, Fabio Quartararo, Aleix Espargaro, Iker Lequona, Miguel Oliveira. Si tratta di Alex Marquez. "Possibilità di vincere il Mondiale c'è e ci deve essere, iniziare la stagione senza questa credenza è complicato", ha continuato il pilota della Ducati. "Sono soddisfatto di aver battuto mio fratello". Il Dovi, in seguito, ha fatto chiarezza sul suo futuro: "Non ho ancora il contratto per il prossimo anno. Quando uno vince cosi' tanti mondiali puo' decidere quello che vuole, ma sono rimasto sorpreso".

"Dipende da quando si riuscira' nuovamente a viaggiare". Vedremo se ci saranno aggiunte importanti, come i due piloti Ducati ufficiale e soprattutto Valentino Rossi. "Ma adesso e' impossibile dirlo" ha infine concluso Dovizioso.

Comments