Filippine, il presidente ordina di sparare a chi viola la quarantena

Adjust Comment Print

Il rappresentante del governo filippino ha invitato la popolazione a indossare sempre una protezione, non per forza una mascherina medica o chirurgica, ma qualcosa che copra naso e bocca: per il governo di Duterte sono ammesse "mascherine riutilizzabili, fai-da-te, fazzoletti o altro", l'importante, insomma, è che riducano le possibilità di trasmissione del virus.

Il presidente Duterte ha promesso ai cittadini l'assistenza del governo, spiegando che "anche se in ritardo, arriverà e nessuno morirà di fame". "Questi sono i miei ordini alla polizia e ai militari: se ci sono problemi, se si verificano occasioni in cui qualcuno reagisce e la vostra vita è in pericolo, sparate!" "Piuttosto che creare problemi, vi manderò nella tomba".

Il capo della Polizia delle Filippine, Archie Gamboa, ha assicurato che gli agenti non faranno mosse di questo tipo.

Harry e Meghan, l’addio social alla royal… family
Nei giorni scorsi, intanto, gli utenti della piattaforma hanno stilato una lista degli show che vorrebbero vedere su Disney+ . E di non aver intenzione né bisogno di farlo neppure per la propria protezione o per quella del piccolo Archie.

Oltre la metà dei 110 milioni di persone del Paese è attualmente in quarantena, compresi milioni in condizioni di povertà elevata, che hanno perso il lavoro a causa dei divieti di circolazione.

Al momento nelle Filippine si registrano 2.311 casi di coronavirus e 96 decessi (dato del 2 aprile).

Comments