Iannone: "Riconosciuta la mia innocenza, ma ho perso"

Adjust Comment Print

L'ex fidanzato di Giulia De Lellis, la quale ormai pare davvero sia tornata insieme a Damante, ha poi dichiarato che ovviamente farà ricorso al TAS, nella speranza di poter tornare presto a gareggiare: "L'obiettivo, ora, è tornare in moto il più velocemente possibile..." "Questo scenario apre nuove possibilita' di appello per Andrea Iannone ma rimane lo sconcerto per una pena del tutto incoerente con la ricostruzione contenuta nella sentenza stessa che riconosce nei fatti, pur non assolvendolo, l'innocenza del pilota". Queste le parole dell'avvocato: "Sono state accolte completamente tutte le argomentazioni difensive e smontate quelle dell'accusa". "La mia innocenza è stata riconosciuta, poteva andare peggio". In maniera incomprensibile il tribunale ha comunque condannato il pilota a 18 mesi di sospensione perché avrebbe dovuto, sempre a parere dei giudici, informarsi sul rischio di contaminazione alimentare. Nella sentenza viene però anche ammesso la probabile contaminazione alimentare legata proprio al doping. L'Aprila Racing "prende atto del provvedimento Fim" e sottolinea come "sia stata riconosciuta la totale assenza di dolo e la accidentalita' della assunzione di steroidi ammettendo, di fatto, la tesi della contaminazione alimentare, fatto mai accaduto prima. Non credo finirà così, bisogna fare chiarezza magari ricorrendo al TAS, se non c'è stata volontarietà perché condannarlo?"

Harry e Meghan, l’addio social alla royal… family
Nei giorni scorsi, intanto, gli utenti della piattaforma hanno stilato una lista degli show che vorrebbero vedere su Disney+ . E di non aver intenzione né bisogno di farlo neppure per la propria protezione o per quella del piccolo Archie.

Il pilota di Vasto ha commentato la cosa a caldo ai microfoni di Sky Sport 24, spiegando che sta provando a guardare le cose in maniera positiva, in vista anche dell'appello che presenterà sicuramente al TAS, essendo anche forte di un esame del capello che non presenta sostanze dopante fin dalla scorsa estate. "Noi come Aprilia gli siamo vicino, speriamo si risolva al meglio". Ringraziamo l'ad di Aprilia Rivola e il prof.

Comments