Papa Francesco: "Svegliati Signore, non lasciarci in balia della tempesta"

Adjust Comment Print

Radio Vaticana-Vatican News, infatti, oltre alla tradizionale diretta streaming con tele-radiocronaca in 8 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, tedesco, arabo e cinese) ha attivato anche un canale dedicato su YouTube per la traduzione nella Lingua dei Segni.

La cerimonia svoltasi nella giornata di ieri e inquadrata dalle telecamere di Vatican News, ha visto il Papa pregare dietro l'immagine della Salus Populi Romani e il Crocifisso di San Marcello. "Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze strade e città, si sono impadronite delle nostre vie riempiendo tutto di un silenzio assordate e vuoto desolante che paralizza tutto al suo passaggio", ha dichiarato il Papa, secondo cui questo clima si "si sente nell'aria, nei gesti negli sguardi". Ed ha anche aggiunto: "Il Signore ci interpella dalla sua croce a ritrovare la vita che ci attende, a guardare verso coloro che ci reclamano, a rafforzare, riconoscere e incentivare la grazia che ci abita". Ci siamo trovati su una stessa barca fragili e disorientati, ma allo stesso tempo importanti e necessari, chiamati a remare insieme e a confortarci a vicenda. "È facile ritrovarci in questo racconto". E che cosa fa? Ripeti ancora: 'Voi non abbiate paura'. Stiamo sperimentando la preghiera di Gesu': "essere una sola cosa". Essi non avevano smesso di credere in Lui, infatti lo invocano. Il pontefice lo dice celebrando la messa a Santa Marta e ricordando che "Gesù non può vedere la gente e non sentire compassione". "Infatti, una volta invocato, salva i suoi discepoli sfiduciati".

"Invitiamo Gesù nelle barche delle nostre vite".

Coronavirus, Pippo Inzaghi attacca: "Albertini di basso livello"
Siamo personaggi che ci portiamo dietro diversi tifosi, dobbiamo essere d'esempio, lui è anche rappresentante della FIGC. Quando ci sono tanti fuoriclasse, non tutte le teste vanno d'accordo.

"La tua parola ci riguarda tutti".

"Signore, in questo mondo siamo andati avanti a tutta velocità: non ci siamo fermati davanti ai tuoi richiami, non ci siamo ridestati di fronte a guerre e ad ingiustizie planetarie. Abbiamo proseguito imperterriti, pensando di rimanere sempre sani in un mondo malato", ha detto il Papa nella preghiera speciale per l'emergenza sanitaria. Ora mentre siamo malati ti imploriamo. Abbracciare il Signore per riabbracciare la speranza: ecco la forza della Fede. "Che non è tanto credere che Tu esista, ma venire a Te e fidarsi di Te".

Da questo luogo che racconda la fede di Pietro, vorrei affidarvi tutti al Signore per interecssione della Madonna, salute del suo popolo, sfera del mare in tempesta. Ci chiedi di non avere paura.

Comments