Medico del Reims si suicida: era positivo al coronavirus

Adjust Comment Print

Parliamo di Bernard Gonzàlez, il capo dello staff medico dello Stade de Reims, club francese di Ligue 1.

Il 60enne era risultato positivo al Coronavirus nei giorni scorsi e, non sopportando la situazione tra le mura domestiche, si è tolto la vita, lasciando scritto in una lettera le motivazioni del gesto. Il drammatico gesto è stato spiegato da una lettera che lo stesso Bernard ha provveduto a scrivere poco prima della sua dipartita.

Dybala: "Taglio stipendi Juve, non tutti in squadra erano d’accordo"
Il tuo browser non può riprodurre il video. "La sua risposta? 'Sì, lo so, sono abituato a ricevere queste critiche'", ha concluso. La bella argentina ha pubblicato una serie di storie su Instagram in cui annuncia di essere ancora positiva al coronavirus .

Una notizia che ha gettato nello sconforto il calcio francese e non solo. La sua missione nel club, da oltre 20 anni, è stata svolta con la massima professionalità, in modo appassionato e altruista.

"Questa pandemia sta colpendo lo Stade de Reims al cuore: ci ha lasciato una personalità di Reims e un grande professionista dello sport". È il mio medico personale e oggi tutti i miei pensieri, quelli del club, di cui rimarrà una figura forte, vanno da moglie e genitori. "Era una persona straordinaria, un uomo molto impegnato dal punto di vista professionale".

Comments