Manchester City: festino a luce rosse per Kyle Walker, violata la quarantena

Adjust Comment Print

Attraverso un comunicato ufficiale, il giocatore del Manchester City Kyle Walker si è voluto scusare pubblicamente per aver rotto la quarantena, organizzando un festino con due prostitute a casa sua: "Voglio scusarmi pubblicamente - ha esordito -". Secondo il tabloid, due ragazze erano arrivate a casa Walker nella notte tra martedì 31 marzo e mercoledì 1° aprile. Capisco che il mio ruolo pubblico di calciatore professionista mi imponga la responsabilità di essere un modello per gli altri.

Il difensore ha chiesto scuse per l'accaduto, ma i media inglesi assicurano che sarà sanzionato dal Manchester City. Ci sono degli eroi che stanno facendo la differenza in questo momento, le mie azioni sono andate in contrasto con le misure di lockdown.

La testimonianza: "Io a 34 anni in terapia intensiva per il coronavirus"
Le persone in Italia che risultate positive al coronavirus finora sono complessivamente 124.632. Il numero dei contagi continua a scendere: oggi sono oltre i 1.500.

Il Manchester City non la avrebbe presa bene e starebbe pensando ad una multa salata.

"Colgo l'occasione per scusarmi pubblicamente per quello che ho fatto nei giorni scorsi". "I calciatori sono dei modelli". Siamo delusi da questa cosa, prendiamo atto delle scuse di Kyle.

Comments