Chernobyl, radiazioni fuori norma per un incendio nella foresta intorno alla centrale

Adjust Comment Print

Un vasto incendio boschivo interessa parte della zona di alienazione limitrofa all'ex centrale nucleare di Chernobyl.

A preoccupare però sono i livelli di radioattività, che secondo i servizi di emergenza sarebbero altissimi. Oggi è stata una giornata difficile.

Italia, Mancini: "Rinvio Europei ci aiuta. Belotti e Immobile non bastano"
Sono felice in Nazionale , anche se devo dire che sono mesi che sento i giocatori ma non li vedo, devo aspettare settembre. Cercheremo di fare bene in Nations League, agli Europei e ai Mondiali.

Un grande incendio, da oramai un paio di giorni, sta bruciando il terreno intorno a Chernobyl, teatro del peggior incidente nucleare della storia. Nelle operazioni sono impegnati anche due aerei e un elicottero. "Come si può vedere nel video gli indicatori sono saliti a 0,14 e 2,3". Le autorità non si sono ancora espresse, ma lo strumento che monitora l'aumento delle radiazioni è un grosso campanello d'allarme. Il post è accompagnato da un messaggio allarmante: "Ci sono brutte notizie". Si tratta di una delle zone più contaminate di radiazioni al mondo. Contrastanti le informazioni fornite dalle autorità locali che prima hanno riconosciuto di aver incontrato "diverse difficoltà" a intervenire per le radiazioni di 16 volte sopra la norma, poi hanno assicurato la totale sicurezza dei residenti (specie della capitale Kiev distante un centinaio di chilometri) e che le radiazioni si erano normalizzate e le fiamme appaiono circoscritte. Gli esperti semplificano il tutto affermando che il livello è 16 volte superiore alla norma.

Il disastro di Chernobyl è avvenuto 34 anni fa, era il 26 aprile 1986: un guasto provocò un'esplosione nel quarto reattore della centrale nucleare, contaminando fino a tre quarti d'Europa, secondo le stime. La cosiddetta "zona rossa" è un'area che si estende approssimativamente nel raggio di 30 km intorno alla centrale di Chernobyl.

Comments