Coronavirus: nel mondo 1.275.542 contagi e quasi 70 mila morti

Adjust Comment Print

In diminuzione i nuovi contagi, il numero di persone attualmente malate e i numeri di ricoverati, sia in terapia intensiva che fuori dalle terapie intensive. Solo nella Capitale sono oltre 8mila le persone che vivono negli edifici occupati: è in corso ormai da settimane un monitoraggio di tutti gli immobili per capire se ci siano criticità di qualche genere legate all'epidemia.

Buone notizie dal Lazio, dove i nuovi contagi in un solo giorno scendono da 151 a 118, con un trend che per la prima vota scende sotto la soglia del 3% di incremento. Degli attuali 1.859 positivi, 635 pazienti (-2) sono ricoverati - di cui 73 in terapia intensiva (-1) - mentre 1.224 (+46) sono in isolamento domiciliare. Sono +3.039 i casi totali, 604 i morti e 1.555 i guariti mentre sono 880 nuovi contagiati (33.713 i nuovi tamponi). Lunedì l'aumento era stato di 636. Sottolineo che i dati che oggi vengono comunicati alla Protezione civile si riferiscono agli esiti dei tamponi effettuati nei giorni scorsi. "Dobbiamo ingaggiare una dura lutta contro il virus - afferma Gianni Rezza dell'Istituto Superiore della Sanità - dobbiamo mantenere tutte le misure di distanziamento sociale in maniera rigorosa". Per questo si stanno valutando vari test, come quello che cita lei al San Matteo di Pavia. Dall'inizio dell'emergenza sono pertanto complessivamente 15 le guarigioni e 25 i decessi di persone affette da coronavirus in città e provincia. Restando a casa, infatti, la catena di contagi tende a diminuire, facendo rientrare l'emergenza sanitaria in atto. L'Amministrazione municipale ha deciso di equiparare le tariffe per la cremazione durante il periodo di picco del virus tra residenti e non residenti.

Italia, Mancini: "Rinvio Europei ci aiuta. Belotti e Immobile non bastano"
Sono felice in Nazionale , anche se devo dire che sono mesi che sento i giocatori ma non li vedo, devo aspettare settembre. Cercheremo di fare bene in Nations League, agli Europei e ai Mondiali.

Sarebbero circa un milione i casi di infezione da SarsCoV2 in Italia: è la stima condivisa dal fisico Federico Ricci Tersenghi, dell'Università Sapienza di Roma, e dall'infettivologo Massimo Galli, dell'ospedale Sacco di Milano.

"Non siamo ancora vicini alla fine, la transizione sarà lunga".

Comments