Ministero della Salute segnala richiamo pasta fresca Tre Mulini

Adjust Comment Print

In questi casi occorre specificare che il richiamo serve a tutelare quanti potevano essere esposti alla problematica e testimonia l'attenzione del Ministero nei confronti di coloro i quali acquistano i prodotti della filiera alimentare.

La pasta fresca, uno degli alimenti italiani più conosciuti nel mondo che ogni giorno troviamo tra gli scaffali dei supermercati è sicuramente un punto di riferimento per i pranzi e le cene. Per questo il Ministero della salute in data odierna, ha diffuso il richiamo di un lotto di pasta fresca Fusilli a marchio Tre Mulini di Eurospin per la possibile presenza di soia non dichiarata in etichetta.

In particolare, le "Orecchiette - pasta fresca" e gli "Strozzapreti - pasta fresca", sempre marchio "Tre Mulini" sono "Prodotti non idonei al consumo da parte di persone allergiche alla soia".

Il prodotto interessato dal richiamo, come si si legge nella sezione dedicata del sito del Ministero, è venduto in confezioni da 500 grammi con il numero di lotto 200215 e la data di scadenza 15/05/2020. La data di scadenza o termine di conservazione minimo 13/14 maggio 2020 con lotto di produzione 200214, pacco da 500 gr.

Moratti: "Messi all'Inter operazione fattibile. Serve uno sforzo dei nerazzurri"
Servono regole diverse, non ci si può basare su quelle vecchie: "bisogna avere il coraggio di andare oltre". Ma, è l'allarme che lancia Moratti , " attenzione a non trascurare il calcio di base ".

Prosegue l'attenzione da parte del Ministero della Salute sui cibi messi in commercio. In via cautelativa, si raccomanda alle persone allergiche alla soia di non consumare il prodotto con il numero di lotto segnalato e restituirlo al punto vendita Eurospin d'acquisto.

È bene evidenziare che la pasta fresca sopra indicata non presenta alcun problema chimico o batteriologico e non è pericolosa per i consumatori che non sono allergici alla soia.

Il Ministero della Salute ha rivolto una serie di indicazioni ai consumatori, al fine di tutelarne la sicurezza alimentare.

Comments