Coronavirus, non c'è l'accordo su Eurobond, dopo 16 ore tutto rinviato

Adjust Comment Print

Ho sospeso l'Eurogruppo che riprenderà giovedì.

Quarant'anni fa in Italia c'erano quasi il triplo dei posti letto di adesso, ma un po' tutta l'Europa è in difficoltà dal punto di vista della risposta all'emergenza sanitaria, perché le politiche di austerità e le privatizzazioni spinte degli ultimi anni hanno ridimensionato la sanità pubblica praticamente ovunque. È quanto emerge dalla riunione della direzione nazionale del Movimento Federalista Europeo, che ha anche affrontato la questione dei cosiddetti "coronabond", considerando che, in assenza di un bilancio unico, "il debito comune potrebbe essere garantito solo dai bilanci nazionali". Inoltre spiega: "Non c'è ancora un accordo sull'uso del Mes". Il 20 marzo ipotizzò anche la sua trasformazione in un "Coronavirus fund" ma "senza condizionalità". "Questo è giusto e ragionevole".

Il tweet di Centeno è stato subito commentato da Paolo Gentiloni, il commissario UE all'Economia, che però non è sembrato eccessivamente d'accordo sulla versione del Presidente. In attesa della ripresa dei lavori, il dialogo, lo scambio e la ricerca del consenso continuano soprattutto sulle piattaforme social. Oltretutto, senza nessun passaggio in Parlamento, come più volte richiesto dalla Lega. Dall'altro lato si oppone il governo olandese.

Argomento: Coronavirus, autore: Eurogruppo, svolgimento: nessuno.

Italia, Mancini: "Rinvio Europei ci aiuta. Belotti e Immobile non bastano"
Sono felice in Nazionale , anche se devo dire che sono mesi che sento i giocatori ma non li vedo, devo aspettare settembre. Cercheremo di fare bene in Nations League, agli Europei e ai Mondiali.

Il ministro olandese ha anche chiarito che si opporrà strenuamente alle istanze provenienti in tal senso dall'Italia, ossia la proposta d'istituzione di Eurobond al fine di raccogliere risorse che permettano di lottare contro i danni economici causati dalla pandemia, e affrontare nel contempo la relativa spesa sanitaria. Così il premier Giuseppe Conte in un'intervista rilasciata alla tedesca Bild.

L'Eurogruppo ha trovato un accordo sul documento di conclusioni ed è pronto a rimandare la palla ai leader, si apprende da fonti Ue.

Si tratta di termini che hanno a che fare con le misure economiche che verranno messe in atto molto presto e che vanno a rispondere ad una domanda fondamentale: come usciremo da questo evento epocale? Anche perché al momento il suo veto sul Mes, rimasto il solo, impedisce al resto della trattativa di proseguire. E invoca la Troika: l'Olanda sarebbe disposta ad accettare che la condizionalità per i paesi che ricorreranno al Fondo venga "alleggerita", ma solo in una prima fase. Niente troika, niente riforme in cambio. Il problema resta mettere d'accordo le diverse anime dell'Unione ferme sulle loro posizioni, il Nord che invoca il Mes e il Sud che punta invece sugli Eurobond.

L'Italia e la Spagna guidano il fronte dei Paesi che chiedono la creazione di uno strumento di debito comune a sostegno degli Stati più colpiti.

Comments