Gravina: "Ripresa Serie A? Non ci siamo posti termini ultimi"

Adjust Comment Print

Al momento, poi le cose possono cambiare, l'ipotesi è ritornare ad allenarsi alla fine del lockdown e ricominciare a giocare tra la fine del mese di maggio e l'inizio di giugno? Sono previsti controlli per garantire la negatività di tutti i protagonisti, poi ci sarà la preparazione. Sento voci contrastanti, ma bisogna fare chiarezza sulla reale situazione del Paese.

Se il calcio ripartirà, sarà conseguente un contenimento delle perdite dell'intero sistema.

Il servizio Stadia Pro si lascia provare gratuitamente per due mesi
Per iniziare la prova gratuita di due mesi di Stadia Pro , basta visitare il sito ufficiale ed effettuare la registrazione. Per giocare vi basterà un PC, uno smartphone o un Chromecast Ultra connesso a un TV con Stadia Controller.

Siamo nelle condizioni oggi di dover rispettare le indicazioni delle autorità di governo e degli scienziati. "È facilmente intuibile la ragione, è evidente che la mancata definizione dei nostri organici e qualunque scelta che ne possa derivare avrebbe conseguenze piuttosto negative per il mondo del calcio e non solo". Come scrive il Corriere dello Sport, però, esse non verranno azzerate: ad esempio i club non lasceranno comunque per strada gli incassi dal botteghino, considerando che nel caso si giocherà a porte chiuse. Dove non fosse possibile troveremo soluzioni alternative. Partite in turno doppio, nel weekend e in settimana, per concludere tutte le competizioni a fine luglio o al massimo il 3 agosto: dipende dalle coppe. Fino a quando non ci sarà impedito per condizioni oggettive, dobbiamo definire i nostri campionati. "Non abbiamo una scadenza - ha aggiunto Gravina -, ci affideremo alle indicazioni della Fifa e del nostro comitato tecnico-scientifico".

Comments