Usa, Apple e Google insieme contro il Covid-19: tracceranno il contagio

Adjust Comment Print

Apple e l'Università di Stanford collaborano per un'app dedicata a chi è in prima linea nell'emergenza coronavirus, come polizia, vigili del fuoco e paramedici, al momento disponibile sono in una parte degli Stati Uniti. Queste app saranno cruciali per contenere i futuri focolai di coronavirus, una volta che le misure di blocco a livello nazionale saranno riuscite ad appiattire la curva di diffusione della pandemia. Tuttavia, 9to5Mac afferma che il codice recensito menziona solo l'integrazione dell'API Clips con i codici QR, quindi non è chiaro se Apple abbia intenzione di integrare la nuova funzionalità con Spotlight, Siri o altre parti di iOS. Al momento, non ci resta che attendere gli sviluppi su questa collaborazione Google e Apple per contrastare il Coronavirus.

Probabilmente questo sistema non sostituirà del tutto il vecchio metodo di tracciamento dei contagi - basato sull'intervista alle persone positive per ricostruire spostamenti e contatti - ma potrebbe agevolare enormemente il lungo processo di tracciamento. Allo stesso modo, il sistema avviserà gli utenti che si sono trovati in contatto con persone poi risultate positive al virus.

Coronavirus. Due donne morte in ospedale Reggio Calabria
Cosenza: 50 in reparto; 5 in rianimazione; 206 in isolamento domiciliare; 10 guariti; 17 deceduti. Ieri i nuovi casi positivi erano risultati 4 su 265 tamponi.

Il contributo dei due giganti si strutturerà in due fasi: durante la prima, che si svolgerà a maggio, verranno rilasciate le API per consentire l'interoperabilità fra i dispositivi Android e iOS delle app sviluppate dalle autorità sanitarie, le quali saranno ospitate su Play Store e App Store. Le app per la salute pubblica continuerebbero a essere supportate, ma ciò permetterebbe una più ampia diffusione di utenti. Si tratta di una soluzione più solida rispetto alle API e consentirebbe la partecipazione di un numero maggiore di persone, su base volontaria, oltre a permettere l'interazione con un insieme più ampio di app e autorità sanitarie governative. Saranno prioritarie anche la trasparenza e il consenso degli utenti utilizzatori. Metteranno a disposizione una piattaforma di tracciamento basata sul Bluetooth e favoriranno il dialogo dei loro sistemi operativi per tutte le applicazioni che le istituzioni mondiali vorranno mettere in campo. "Pubblicheremo apertamente informazioni sul nostro lavoro affinché altri possano analizzarle".

Comments