Tiziano Ferro: "Si faranno più i concerti? Il governo ci risponda"

Adjust Comment Print

Domenica 12 aprile 2020, giorno di Pasqua, va in onda una nuova puntata di "Che tempo che fa", il talk show condotto da Fabio Fazio e trasmesso nella prima serata di Raidue.

L'emergenza coronavirus, però, ha bloccato tutto e dopo l'annullamento degli Europei di calcio, non è da escludere anche l'annullamento dei concerti dal momento che giugno e luglio sono ancora troppo vicini per ipotizzare di raccogliere migliaia di persone in uno stadio.

Il conduttore è intervenuto per sottolineare come anche tutti i comparti del settore turistico si trovino nello stesso limbo in vista dell'estate e che, a prescindere dalle disposizioni del Governo, "bisognerà farne un discorso di opportunità". Le parole del cantante, però, hanno acceso grosse polemiche.

Gino Strada: "Altro che modello Lombardia, sanità devastata"
In Italia la difficoltà è in parte burocratica e soprattutto Politica e questo mi spiace molto, da medico e cittadino italiano. Duro attacco di Gino Strada nei confronti della Regione Lombardia e di chi l'ha amministrata negli ultimi 20 anni.

"Ti ringrazio per questa domanda, perché è una cosa che dovremmo affrontare - ha esordito Ferro -". Per cui Tiziano Ferro, probabilmente si riferiva al fatto che il Governo in qualche modo dovesse dire quello che accadrà, con una specifica normativa, anche magari, per autorizzare il rimborso dei biglietti di chi ha già acquistato ( e fermare la vendita di chi sta ancora comprando). "Non sappiamo nulla" ha esordito il cantante. "Io ho bisogno di chiedere che si faccia chiarezza, che il Governo ci dia delle risposte e anche si esponga, prenda un posizione per noi". Ci aveva pensato anche Francesco De Gregori sottolineando come anche l'industria dello spettacolo sia in grandi difficoltà.

Tiziano Ferro ha chiesto al Governo di dare delle risposte a lui e a tutti i suoi colleghi in merito a cosa ne sarà dei loro concerti. Non per me, per il sogno che ho coltivato per un anno per il tour, ma per chi ancora oggi continua a comprare biglietti, ad oggi sono stati acquistati quasi 500mila biglietti per i miei concerti. noi siamo bloccati. Non era una polemica, tutti i fan ci stanno chiedendo cosa faremo. Ma ci rendiamo conto? E' quindi assolutamente necessario rimanere in casa. Come di consueto la prima parte del programma è dedicata all'informazione, con collegamenti attraverso i quali si cerca di fare il punto della situazione, per quanto riguarda l'Italia, l'Europa e anche l'America. Dietro i concerti degli artisti, infatti, esistono team giganti di persone che lavorano e fanno muovere l'economia dei paesi.

Comments