Coronavirus, Usa: se Cina responsabile avrà conseguenze

Adjust Comment Print

Nel giorno in cui il Covid-19 uccide 4.591 americani, Donald Trump annuncia le "linee guida" per la riapertura degli Usa.

Nel Mondo i casi confermati di Coronavirus sono saliti a 2.329.651: è quanto emerge dal monitoraggio della Johns Hopkins University. Sempre nel corso del briefing, il principale coinquilino della White House ha riferito che nelle scorse ha ricevuto una bella lettera dal Presidente della Corea del Sud, Kim Jong-un. Non ha cioè ceduto alla tentazione del "liberi tutti", come alcuni temevamo per le possibili catastrofiche conseguenze, ma si è affidato agli esperti, in particolare la task force dedicata alla pandemia.

Il tycoon ha presentato una sorta di road-map in tre fasi, in cui i governatori hanno l'ultima parola su quando e come riportare i loro Stati alla normalità.

Nei giorni precedenti c'era stato uno scontro tra Trump, che chiedeva di riaprire immediatamente le attività economiche, e i governatori, che volevano più cautela.

App Immuni? Considerare la sicurezza nazionale. La mossa di M5S e Pd
Ma ci sono soggetti irresponsabili come Lega e Forza Italia il cui emendamento che li inseriva è stato rigettato. Il Parlamento europeo dice sì ai recovery bond .

Sulle responsabilità della Cina, evocate da rapporti dell'intelligence, Trump dice: "Ne pagheranno le conseguenze, certamente, se ne sono intenzionalmente responsabili; non se è stato un errore".

Il laboratorio dell'Istituto di virologia di Wuhan, la città cinese dove si è propagato il coronavirus, ha negato immediatamente: "è impossibile, nessuno dei ricercatori si è infettato", ha ribadito il direttore Yuan Zhiming. La Ana ha reso noto che in media un aereo di 200 posti, assieme al regolare spazio per l'imbarco di merci, può trasportare fino a 22 tonnellate di carico, pari a circa una volta e mezza quello del cargo dell'aeroplano in condizione regolari di viaggio. Ad annunciarlo il governatore democratico, Andrew M. Cuomo, mentre nello Stato il numero di casi gravi e morti si sta stabilizzando, ma il virus continua a diffondersi.

La protesta, con slogan come 'You Can't Close America' e 'Fire Fauci', era una sfida alle norme ora in vigore: "centinaia di persone l'una vicina all'altra, senza distanziamento sociale, solo alcune con la mascherina, agitavano cartelli con su scritto 'Impedite il collasso economico', 'Ogni lavoro è essenziale". In Europa i decessi sono ormai oltre 100.000, cioè i due terzi delle quasi 160 mila vittime registrate in tutto il Mondo.

Comments