Si potrà andare al mare? Azienda modenese propone box trasparenti in spiaggia

Adjust Comment Print

Un presidio che oggi diviene quanto mai strategico quale ulteriore garanzia, almeno nel perimetro di propria competenza, che la fruizione delle spiagge avvenga nel rispetto delle misure preordinate ad evitare comportamenti in violazione delle norme di contenimento dei contagi da Covid 19. Tuttavia, per il momento, si tratta solo di una ipotesi.

In un momento di forte crisi per tutto il settore turistico arrivano proposte e soluzioni per salvare la prossima Estate. L'idea nasce con il duplice scopo di proteggere ma anche di far ripartire le attività...

"I pannelli in plexiglass non si possono mettere assolutamente, quando il sole sarà a picco già nei primi giorni di giugno sarebbe come essere dentro un forno".

Una nube radioattiva incombe sull’Europa (e sull’Italia). A Kiev l’aria è irrespirabile
Lo studio, condotto in Francia dalla massima istituzione sulla sicurezza nucleare, si basa su una simulazione. Dando agli abitanti un altro motivo per rimanere al chiuso, oltre al coronavirus .

"Toti e Scajola hanno agito per tempo e sono stati bravissimi a firmare un'ordinanza necessaria - riflette Claudio Galli, presidente Gruppo Concessionari SIB (Sindacato Italiano Balneari) di Genova e titolare dei Bagni Liggia - ma il problema non si è risolto". L'estate è alle porte e tutti noi ci stiamo chiedendo che tipo di estate sarà. Federbalneari Lazio non ha dubbi sull'impraticabilità del progetto proposto da un'azienda modenese che inizialmente ha generato incredulità e spavento tra gli imprenditori balneari ma preferisce puntare su sistemi di prenotazioni online per provare a salvare una stagione balneare il cui avvio rimane comunque incerto. Critico anche il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, che ha fatto sapere che serve ben altro per salvare l'estate in spiaggia. "Garantiremo accoglienza e salute senza stravaganze, l'unica strada percorribile è il distanziamento", dice invece Gabriele Pagliarani, un bagnino della Romagna (LE TAPPE DELL'EPIDEMIA - LE FOTO SIMBOLO - "IO RESTO A CASA" - ZAIA: "PLEXIGLASS IDEA INQUIETANTE)".

Non c'è dubbio che il coronavirus potrà dare un'ulteriore mazzata alle abitudini degli italiani penalizzando anche uno degli svaghi più semplici: andare al mare. Ci abitueremo ad andare in giro con le mascherine anche in spiaggia e la movida estiva sarà molto ridimensionata.

Comments