L'annuncio di Donald Trump: "Stop all'immigrazione negli Usa"

Adjust Comment Print

Secondo i dati della Johns Hopkins University, gli Stati Uniti rimangono il Paese più colpito, seguono Spagna (204.178) e Italia (183.957).

Questo mentre gran parte degli uffici che si occupano dei visti sono chiusi e le cerimonie per chi ha preso la cittadinanza sono bloccate.

Il presidente degli Usa Donald Trump sospende l'immigrazione negli Stati Uniti per 60 giorni, congelando di fatto le carte verdi ma continuando a consentire l'ingresso nel paese di lavoratori a tempo che hanno un visto da non immigranti.

Nonostante i maggiori chiarimenti sulla portata della misure, al dipartimento di Stato si sottolinea che ancora si aspettano indicazioni per sapere se tra i visti sospesi vi saranno anche quelli, che sono la maggioranza, per i ricongiungimenti familiari con cittadini americani o residenti permanenti. "Vedo una luce in fondo al tunnel - ha detto in conferenza -". La misura è pensata per salvaguardare i posti di lavoro per gli americani.

Per la prima volta calano i malati
Lombardia e Marche ultime per casi zero - Prime Basilicata e Umbria, a fine aprile, ultime Lombardia e Marche, a fine giugno. Nelle ultime 24 ore ci sono stati altri 454 decessi, per un totale di 24.114 dall'inizio della crisi.

Il National Institutes of Health ha aspramente criticato Donald Trump per aver consigliato un mix di farmaci altamente tossici per trattare il Covid-19.

Nelle ultime settimane l'amministrazione Trump ha cercato di andare avanti vigorosamente con alcune delle sue politiche più restrittive, che faticava a mettere in pratica prima della diffusione del coronavirus, incluso il blocco dell'accesso ai richiedenti asilo.

"Quando ho chiuso i nostri confini con la Cina a gennaio molta gente che non è più potuta venire negli Stati Uniti è andata in Italia". Il Centers for Disease Control and Prevention mette in guardia su una possibile seconda ondata in inverno che potrebbe essere peggiore di quella attuale andandosi a sommare con la stagione dell'influenza. L'accusa è di aver nascosto informazioni sul virus, con conseguenze gravi nel Missouri.

Comments