Coronavirus, Conte: "Se ami l'Italia, mantieni le distanze"

Adjust Comment Print

Se, come noi, credi che l'informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra. Il capo del governo ha spiegato agli italiani come l'esecutivo intende conciliare la graduale ripartenza delle attività economiche con il contenimento dell'epidemia. Ora inizia la fase di convivenza con il virus.

"Nella Fase 2 sarà fondamentale il comportamento di ciascuno di noi". Gli scienziati ci dicono che un contagio su 4 è avvenuto nel contesto familiare. Altrimenti la curva risalirà, avremo danni e morti con danni irreversibili. Autocertificazione necessaria anche per fare ingresso in Italia, per tutte le persone, anche se asintomatiche: "sarà necessario documentari i motivi del viaggio e specificare l'indirizzo dove sarà svolto il periodo di sorveglianza sanitaria e l'isolamento fiduciario".

"Dovremo vigilare, monitorare costantemente - ha dichiarato Conte -, affinché la curva del contagio non risalga e essere pronti per intervenire in modo tempestivo laddove la curva dovesse diventare critica".

Nelle scorse settimane è arrivato più volte il grido d'allarme dei negozianti, ma anche di gestori di bar e ristoranti che hanno fatto ricorso in massa alla cassa integrazione, 25mila lavoratori tra commercio e ristorazione in Piemonte sono stati coinvolti dalle richieste.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è tornato stasera a parlare in diretta a reti pressoché unificate per illustrare il piano in vigore dal 4 maggio. Tra queste una ordinanza del commissario per l'emergenza con cui saranno calmierati i prezzi delle mascherine (intorno a 0,50 centesimi per mascherina chirurgica). Poi Conte fa cenno all'Ue e al Recovery Fund, "strumento innovativo che permette di uscire dalla crisi coronavirus più velocemente".

Le azioni di prossimità in questo momento sono pericolose e vanno evitate, pure quelle in nome di Dio. Questo è un grande risultato. E ancora: "Ancora non saranno possibile le celebrazioni religiose ma ci sarà la possibilità di celebrare i funerali alla presenza al massimo di 15 persone". Stiamo sperimentando la possibilità di rinnovare automaticamente il bonus di 600 euro a chi lo ha già ricevuto. Conte definisce questa fase "sblocca Paese".

Ciò premesso, considerando il caos generatosi è probabile quanto auspicabile che il governo integri nei prossimi giorni un elenco dettagliato delle persone che potremo o meno incontrare.

Dal 4 al 18 maggio sono confermate le disposizioni sugli spostamenti all'interno delle regioni, ossia per comprovate esigenze di necessità e urgenza. Anche nelle visite ai familiari, che si potranno fare. "Con più di 37,5 febbre si deve stare a casa".

Fase 2 dal 4 maggio. L'Italia cambia con le riforme
Un passaggio significativo è quello sulle politiche economiche europee: "Ci sarà, dal punto di vista economico il Recovery Fund . Per bar e ristoranti sì all'asporto (con riapertura vera annunciata per l'1 giugno come per parrucchieri ed estetisti).

L'attività, fin qui consentita nei pressi della propria abitazione, sarà consentiva anche allontanandosi tenendo una distanza minima di due metri per quella intensa, di un metro per quella blanda.

"Consentiamo il rientro nel proprio domicilio o residenza e l'accesso a ville, a parchi pubblici ma nel rispetto delle distanze e delle prescrizioni di sicurezza con accessi contingentati". Vogliamo consentire loro delle visite mirate fatte nel rispetto delle distanze e con divieto di assembramento.

Riapre la manifattura, settore costruzioni, commercio all'ingrosso e manifattura funzionale. Tutte devono predisporsi al rispetto assoluto delle prescrizioni contenute nel protocollo di sicurezza.

Le Regioni dovranno quotidianamente far confluire dati sulla curva di contagio e sulla sanità al Ministero della Salute.

C'è malcontento fra i commercianti per le novità sulla fase 2 annunciate dal premier Giuseppe Conte a margine della conferenza stampa di domenica 26 aprile. Per la fase 3 dobbiamo aspettare la terapia intensiva o il vaccino.

Non aiutano le intemperanze di chi non ti aspetti, mi riferisco in particolare alle doglianze della Cei, assolutamente fuori luogo e figlie di una cultura stantia, oramai troppo lontana dal mondo per essere prese sul serio. Si sta studiando anche un meccanismo per eliminare l'Iva sui dispositivi di protezione individuali. Di più non si poteva fare.

AUTODICHIARAZIONE - Chi si aspettava che venisse tolta resta deluso.

Comments