Coronavirus, sempre più guariti e meni ricoveri, 39 nuovi contagi da ieri

Adjust Comment Print

Il bollettino di ieri registrava il più basso incremento di nuovi casi positivi dall'11 marzo scorso, a conferma di un progressivo decremento dei casi di infezione al di là del numero inferiore di tamponi nel fine settimana. Eppure c'è un dato che non lascia ben sperare, soprattutto se si considera che il 4 maggio ci sarà la riapertura dell'Italia. È quanto emerge dal bollettino della Protezione civile diffuso nel pomeriggio di sabato 25 aprile. I tamponi effettuati finora sono 1.274.871, con un aumento di 37.554 unità rispetto a ieri.

Di queste, 26.384 sono decedute (+415, +1,6%) e 63.120 sono guarite (+2.622, +4,3%). Attenzione anche alla Liguria dove si registrano 130 nuovi contagi. Segni che la discesa è davvero imboccata anche a Civitanova (che comunque al momento paga un salato conto fatto di 20 morti) e si può iniziare ad avere un certo ottimismo verso il futuro.

La Commissione, che sarà composta da tre consiglieri per i gruppi consiliari più consistenti (Lega, PD, M5S, FI) e da un consigliere per gli altri gruppi, analizzerà e valuterà la gestione dell'emergenza sanitaria del Covid-19 in Regione Lombardia.

Spadafora: "Ripresa Serie A? Nulla è scontato, vedremo"
Si riprende il 18 maggio? "Sì, nella misura in cui però si arriva al 18 maggio con condizioni e protocolli di sicurezza". Di fatto sembra improbabile la ripresa della Serie C, e quasi improponibile quella del calcio dilettantistico.

Tra gli attualmente positivi 2.009 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 93 pazienti rispetto a ieri. Purtroppo si continua a morire: sono 874 le persone contagiate dal Covid ad aver perso la vita nella regione.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Comments