Moon scioglie i dubbi: "Kim Jong è vivo e sta bene"

Adjust Comment Print

Tutto è cominciato dopo che il leader nordcoreano il 15 aprile non si è fatto vedere alle celebrazioni per il compleanno del nonno Kim Il-sung, fondatore della patria: una delle occasioni più importanti nella liturgia nordcoreana che in otto anni di governo Kim non aveva mai mancato.

Kim Jong-un è vivo, no è morto, è in stato vegetativo, no è in quarantena per il coronavirus. A dichiararlo è l'ex senatore di Forza Italia Razzi, amico del presidente coreano e che commenta le voci e le immagini circolate nelle ultime ore che parlavano del possibile decesso di Kim Jong-un considerando che non vi sono sue apparizioni pubbliche da settimane e che sarebbe stato colpito da una malattia.

Secondo un rapporto di marzo dello scorso anno, già al tempo la Corea del Nord possedeva 670 milioni di dollari in monete digitali.

Anche la Cina fa sapere di "non ha informazioni da dare" in proposito: il portavoce del ministero degli Esteri - replicando alla richiesta di commenti sulle indiscrezioni di stampa secondo cui giovedì sarebbe partita per il Nord una delegazione cinese comprensiva di medici - ha confermato che Pechino ha inviato al suo tradizionale alleato alcuni kit per verificare il contagio del COVID-19 "in caso di necessità future". È ancora mistero sulla salute del leader nordcoreano. A intervenire sulla vicenda che tiene banco da giorni è la Corea del Sud, secondo la quale il dittatore sarebbe vivo e vegeto.

"L'ambasciatore mi ha spiegato che, dato che hanno recentemente sperimentato un paio di missili di corta gittata, per ripicca si inventano delle cose". Che cosa sapremo a breve?

Perché il Governo di Accordo Nazionale in Libia è illegittimo
Inoltre, la tratta degli schiavi e il traffico di esseri umani stanno fiorendo sotto il Governo di Accordo Nazionale della Libia. Nell'ottobre 2015 Sarraj è stato sorprendentemente nominato come candidato al posto del capo di un nuovo governo libico.

A cercare di frenare le speculazioni è intervenuta la Corea del Sud, a cui non risulta "nulla di strano" a nord del confine.

"So che il report della Cnn è basato su quello di Daily Nk, che ha riportato che Kim ha subito un intervento chirurgico al Hyangsan Medical Center".

Nelle scorse ore lo stesso presidente americano Donald Trump Ministro sudcoreano rivela: "Sappiamo dove si trova Kim" al suo omologo di Pyongyang, auspicandosi che le sue condizioni di salute siano buone. Tesi avvalorata anche da fonti di intelligence americane e sudcoreane.

A Seoul i progressisti accusano i governi passati, guidati dai conservatori, di aver limitato gli scambi diplomatici e commerciali e gli aiuti con il Nord riducendo al minimo le fonti di informazioni qualificate, mentre i conservatori accusano il governo di Moon Jae-in, fautore nella linea morbida con Pyongyang, di aver ridimensionato le attività di spionaggio. Forse presto lo sapremo anche noi.

Comments