Muore il Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta: aveva 76 anni

Adjust Comment Print

Molto impegnato nel sociale e nell'assistenza dei più bisognosi - era solito servire i pasti ai senzatetto delle stazioni Termini e Tiburtina, a Roma - Fra' Giacomo Dalla Torre ha compiuto diversi viaggi internazionali nella sua carica di Gran Maestro: solo negli ultimi mesi si era recato in Benin, Camerun, Germania, Slovenia e Bulgaria per incontrare i rispettivi capi di Stato. L'uomo era il Gran Maestro dell'Ordine Sovrano di Malta e da alcuni mesi era malato.

Grave lutto per l'Ordine di Malta.

Francia, il premier: "Il campionato di calcio non riprenderà"
Lo ha annunciato il premier francese Edouard Philippe nel suo intervento in Parlamento. Lo ha appena roso noto il primo ministro francese Edouard Philippe .

Fra' Giacomo Dalla Torre si era laureato in Lettere e Filosofia, specializzandosi in Archeologia Cristiana e Storia dell'Arte. Una spiccata umanità e una profonda dedizione alla vita caritatevole hanno animato l'operato dell'80esimo Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta, il quale verrà ricordato da tutti coloro che lo hanno conosciuto per le sue doti umane e i suoi modi sempre cordiali e affettuosi. Ha insegnato greco classico alla Pontificia Università Urbaniana, ed è stato anche bibliotecario e archivista capo delle collezioni di ricerca dell'Università. Nel corso degli anni ha pubblicato saggi accademici e articoli su aspetti della storia dell'arte medievale. Ha partecipato a numerosissimi pellegrinaggi internazionali dell'Ordine di Malta a Lourdes e ai pellegrinaggi nazionali a Loreto e ad Assisi. Nato a Roma nel 1944 da una famiglia legata da generazioni alla Santa Sede (su nonno è stato direttore dell'Osservatore Romano il fratello è giudice in Vaticano), aveva assunto l'incarico nel 2018 dopo una lunga carriera all'interno dello Sovrano Militare Ordine di Malta, dove aveva ricoperto gli incarichi di Gran Commendatore, Gran Priore di Lomabrdia e Venezia per poi entrare nel Sovrano Consiglio per poi assumere anche l'incarico di Gran priore di Roma. L'Ordine gestisce ospedali, centri medici, ambulatori, istituti per anziani e disabili, centri per i malati terminali, corpi di volontari. Ha rapporti diplomatici bilaterali con 110 Stati, relazioni ufficiali con 6 altri Stati, relazioni a livello di ambasciatore con l'Unione Europea.

Comments