BoJo: "Scenario tipo morte di Stalin se non ce l'avessi fatta"

Adjust Comment Print

E' lui stesso a confermare che c'era già un piano: "Avevano una strategia per affrontare uno scenario del tipo morte di Stalin", dice Johnson.

Il momento più difficile è stato quando ha avuto piena consapevolezza della sua situazione.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha rivelato che, mentre era in ospedale combattendo contro COVID-19, erano stati messi in atto dei "piani di emergenza" nel caso in cui non fosse sopravvissuto alla malattia, riferisce The Sun on Sunday domenica. "I medici avevano tutti i tipi di accordi su cosa fare se le cose fossero andate male".

Caterina Balivo Instagram: trafori piccanti sull'abito, il décolleté è nudo
Ha esordito Caterina Balivo: "Ho imparato a guardare la sofferenza in faccia, senza mai voltarmi". Dopo la sosta forzata legata al lockdown, la nota conduttrice è rientrata oggi in studio.

Durante i giorni di ricovero in terapia intensiva, Johnson ricorda che "gli indicatori nei monitor continuavano ad andare nella direzione sbagliata e cominciavo a chiedermi: come ne uscirò?"

"Era difficile credere che in pochi giorni la mia salute si fosse deteriorata a tal punto - aggiunge il premier -". Ricordo di essermi sentito frustrato, Non riuscivo a capire perché non stavo migliorando. Altro momento durissimo "quando le probabilità erano 50 e 50 se mettermi un tubo nella trachera". Non so... e' stato semplicemente meraviglioso vedere il... La mamma Carrie Symonds e il papà Boris Johnson hanno infatti deciso di chiamarlo Wilfred Lawrie Nicholas Johnson. Ora, ha assicurato il premier, "sono guidato da un desiderio travolgente di rimettere in piedi il nostro Paese, di nuovo in salute, e sono molto fiducioso che ci arriveremo".

Comments