CHIELLINI, Su Balotelli e Felipe Melo: "Mele marce"

Adjust Comment Print

Intervistato da Repubblica, Giorgio Chiellini ha parlato ampiamente della sua biografia in uscita nei prossimi giorni e nella quale non mancano spunti destinati a suscitare polemiche.

"In Confederations Cup, nel 2013, Mario non ci diede per nulla una mano". Sono rimasto molto deluso anche da Felipe Melo, il peggio del peggio. In lui si vedeva la caparbietà che aveva rispetto ad altri. Con Melo si rischiava la rissa, lo dissi ai dirigenti: "è una mela marcia".

Coronavirus: Conte, italiani responsabili ma strada lunga
Il premier Giuseppe Conte incontrerà domani mattina i rappresentanti del mondo imprenditoriale. Anche in riferimento all'inizio della pandemia , quando l'Italia si è ritrovata sola.

La replica di Balotelli è arrivata poche ore dopo via Instagram: "Io almeno ho il sincerità e il coraggio di dire le cose in faccia - scrive Mario -". Non ho rancore e né mi interessa averne, se mi toccherà condividere qualcosa con loro lo farò. Non sono il migliore amico di tutti, però loro sono gli unici due ad essere andati oltre un limite accettabile. Il problema non è giocare bene, male o fare serata, ma mancare di rispetto e non avere dentro niente. Poi ha proseguito: "Tu dal 2013 hai avuto tante occasioni per dire tutto, ti saresti così comportato da vero uomo, ma non l'hai fatto". Chissà cosa dirai un giorno dei compagni di oggi, strano capitano. "Una volta può andare bene, ma se questo atteggiamento è ricorrente allora no". E se si ripartirà anche col campionato, bisognerà farlo a porte chiuse.

Comments