Piemonte, ok al contributo imprese BonusPiemonte. Ancora esclusi i giochi

Adjust Comment Print

Il contributo a fondo perduto spetta alle imprese o ai titolari di Partita Iva che possano dimostrare un calo effettivo del fatturato.

Come anticipato nei giorni scorsi, è stato pubblicato oggi il Bando camerale che prevede la concessione di contributi a fondo perduto finalizzati all'abbattimento del 100% del tasso di interesse sui finanziamenti contratti dalle imprese reggine per far fronte alle difficoltà economiche sopraggiunte a causa dell'emergenza Covid-19 e che s'inserisce nel novero delle iniziative promozionali a favore delle imprese adottate dal sistema camerale nazionale, anche in attuazione dell'art.

Conte: "Da lunedì allenamenti collettivi ok". Ma sulla ripresa della Serie A…
Fino a quella data, da una regione all'altra ci si può spostare per i motivi di necessità, urgenza o lavoro. Da lunedì 18 maggio verranno riaperti negozi , bar e ristoranti , ma anche centri estetici e parrucchieri .

Per calcolare l'importo degli aiuti a fondo perduto la norma contenuta nel Decreto Rilancio divide i beneficiari in tre scaglioni, sulla base del fatturato del 2019, applicando una percentuale alla differenza tra i ricavi registrati nel mese di aprile 2020 e quelli dello stesso mese dell' anno precedente. Sono escluse dagli aiuti le aziende che hanno cessato l'attività alla data del 31 marzo scorso. Ecco tutte le cose che bisogna conoscere su questo contributo a fondo perduto che sarò gestito dal Fisco italiano, cioè da Agenzia delle Entrate. Secondo la Cgia di Mestre, si tratta di una misura insufficiente. Importo ottenuto applicando il 15% sulla perdita mentre leggermente meglio un'azienda tessile con ricavi annui di 500mila euro e un disavanzo di 41.667 euro che incasserà dallo Stato 6.250 euro, pari al 15% della perdita.

"Ci sono, nel Decreto, tanti provvedimenti rilevanti che vanno in varie direzioni, ma vogliamo soprattutto evidenziare l'importanza dei contributi a fondo perduto previsti dall'articolo 28 per imprese e liberi professionisti e la sollecitazione dell'articolo 59 agli Enti locali, in particolare le Regioni, a integrare tale misure con provvedimenti locali in modo da sostenere il rilancio del tessuto economico e la piena ripresa dell'attività lavorativa". Lo stanziamento vale un miliardo e fissa come condizione una perdita di fatturato, nei mesi oggetto del credito di imposta, di almeno il 50% rispetto agli stessi mesi del 2019. Altro capitolo riguarda la norma per le società di capitali e cooperative, con un fatturato da 5 a 50 milioni, con perdite dei ricavi di almeno il 33% nei mesi di marzo e aprile, rispetto al medesimo periodo del 2019. Nel caso di un aumento di capitale potrà essere richiesto un credito di imposta pari al 30% di quanto versato per il rafforzamento patrimoniale.

Comments