Bonus Bicicletta: attenti, solo lo scontrino non basta, ecco cosa fare

Adjust Comment Print

Da notare, che il bonus è retroattivo: chiunque abbia acquistato una bicicletta, anche elettrica, o un monopattino, a partire dal 4 maggio 2020 potrà accedere al bonus.

Le polemiche non sono comunque mancate, soprattutto da parte di chi ritiene un provvedimento del genere decisamente poco utile, mentre sarebbe stato più utile qualcosa di più incisivo per sostenere le case automobilistiche.

Spazio anche a una Mountain Bike proposta a 99,90 euro e una tradizionale Bicicletta Olanda a 89,90 euro.

Anche i sestesi potranno richiedere il bonus bici.

Luca Argentero papà: è nata la figlia Nina Speranza con Cristina Marino
Luca Argentero era già pazzo di gioia per il pancione della sua compagna, sarà emozionatissimo per la sua Nina . La didascalia che accompagna lo scatto dice tutto: " Noi .

"Accogliendo le molte richieste degli utenti" che ci sono pervenute" spiega il consigliere delegato al trasporto pubblico locale della Città metropolitana di Torino Dimitri De Vita "abbiamo sollecitato le aziende che forniscono i servizi del trasporto pubblico sul nostro territorio a individuare un sistema per venire incontro alle richieste di rimborso o sospensione degli abbonamenti dei cittadini. La piattaforma a questo punto genererà il buono spesa elettronico che andrà consegnato al negoziante autorizzato (sul sito del Ministero dell'Ambiente sarà pubblicato l'elenco di tutti i negozianti aderenti all'iniziativa) e al quale pagheremo i il prezzo dei veicolo decurtato del buono. Dal 1° gennaio 2021, invece, torneranno efficaci le previsioni del decreto Clima che prevede un fondo a carico del Ministero dell'Ambiente pari ad ulteriori 180 milioni di euro destinato ai residenti nei Comuni interessati dalle procedure di infrazione comunitaria per la non ottemperanza dell'Italia agli obblighi previsti dalla direttiva comunitaria relativa alla qualità dell'aria. Tra questi il cosiddetto bonus bici che permetterà di ricevere un buono, oppure un rimborso, del 60% della spesa sostenuta per l'acquisto di una bicicletta, fino ad un massimo di 500 euro. Attenzione, però: poiché serve la fattura, e non il semplice scontrino, fate bene attenzione a richiederla, se ancora in tempo. Possono usufruire del buono mobilità per l'anno 2020 i maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti). Per poter beneficiare del rimborso, dunque, è necessario anzitutto avere raggiunto la maggiore età, ed essere residente in uno dei luoghi sopra indicati.

Chi potrà avere il bonus? Fattura che non deve essere confusa con il solo documento fiscale che viene effettuato esclusivamente a persona in possesso di Partita IVA perché la "fattura" può essere tranquillamente emessa anche a persona fisica senza Partita IVA registrando il Codice Fiscale. Si potranno comprare sia mezzi nuovi che usati, ma il buono non potrà essere usato per acquistare accessori, come caschi, batterie, catene o lucchetto.

Da capire, ancora, quali siano i fornitori autorizzati. Le modalità di quest'ultima, infine, verranno chiarite con un successivo decreto interministeriale attuativo del Programma buono mobilità. Inoltre, nella Fase 1 l'acquisto delka bici può essere effettuato in qualsiasi negozio.

Nella crisi generale causata dall'emergenza Covid-19, finalmente qualcuno che può dirsi soddisfatto: i negozi di bici. Nel frattempo, l'invito è quello di rivolgersi al rivenditore per capire se è possibile avere comunque la fattura.

Comments