Giula De Lellis: il detersivo per piatti per sgrassare i capelli

Adjust Comment Print

Giulia De Lellis è ormai tornata a svolgere le sue consuete attività, in questa fase di lenta ripresa della vita quotidiana anche ai servizi fotografici per le campagne pubblicitarie è stato dato il via libera.

Quale? Lavarsi i capelli con il sapone per i piatti.

Andrea Damante e De Lellis, parla Raffaella Mennoia.

Giulia De Lellis, dopo essersi lavata i capelli con il detersivo per i piatti, è stata però assalita da mille dubbi e ha deciso di chiedere un consulto attraverso una storia su Instagram. Naturalmente, una volta tornata a casa, non è stato certo semplice riuscire a farli tornare come prima e così, Giulia, è ricorsa a un metodo piuttosto particolare: lavare la sua folta chioma con lo sgrassatore per i piatti. Lo scatto in questione ritrae un primo piano di Giulia De Lellis con addosso un micro-top bianco con i bottoncini che sembrano esplodere: décolleté appetitoso da sogno.

Il risultato? A suo dire "pazzesco". Dopo questo curioso trattamento tricologico non si è fermata, facendo due shampoo e una maschera su tutte le lunghezze.

Giulia De Lellis  Credits Instagram
Giulia De Lellis Credits Instagram

Ha poi nuovamente chiesto se adottare questa soluzione in caso di cute grassa è sbagliato o meno, specificando che, quando ha il problema della cute lipidica, è solita ricorrere a qualche goccia di limone.

Il "mi piace" che Andrea ha messo su Instagram a una sua recente ex (lui e Sara Croce si sono frequentati per un breve periodo l'estate scorsa), in sé per sé non rappresenterebbe nulla di preoccupante: sono le "scorribande" che ha fatto in passato il giovane ad allarmare parecchio i fedeli sostenitori della De Lellis.

Giulia De Lellis era disperata, poi chiede aiuto!

La domanda Giulia la fa ai suoi amici parucchieri. Come spesso accade nel mondo della moda, per realizzare alcuni scatti si ricorre ad alcuni metodi, o per meglio dire, trucchi del mestiere che, però, non sempre hanno un effetto gradito.

Il Premier Conte avvisa: "Non è ancora il tempo della movida"
I posti in terapia intensiva sono ora 7.864, con un incremento del 52% rispetto all'inizio dell'emergenza. Un dato che colloca il nostro Paese al primo posto per tamponi per numero di abitanti.

Comments