La rabbia di Zaia: "Troppi video della movida, pronti a chiudere tutto"

Adjust Comment Print

Dal fronte del turismo nella complicata Fase 2, Zaia afferma poi che si sta andando "verso uno 'Schengen sanitario' con tampone alla partenza".

Zaia parla della lunga trattativa tra governo e Regioni nella notte tra venerdì e sabato scorso: "La vicenda è semplice". In queste ultime 24 ore abbiamo visto foto di persone che non portano la mascherina o la tengono al collo.

Il Premier Conte avvisa: "Non è ancora il tempo della movida"
I posti in terapia intensiva sono ora 7.864, con un incremento del 52% rispetto all'inizio dell'emergenza. Un dato che colloca il nostro Paese al primo posto per tamponi per numero di abitanti.

" Tutti i giorni vi dico che non abbiamo vinto la battaglia contro il virus" Ha detto il Zaia durante la conferenza stampa giornaliera in cui il governatore comunica i dati dell'andamento contagi nella regione. L'ordinanza è già stata realizzata da 15 giorni e arriverà in settimana.

Gli assembramenti legati alla movida notturna e dell'ora dell'aperitivo sono diventati lo spauracchio delle amministrazioni italiane, comunali e regionali. "Sarebbe un fallimento riunirsi attorno ad un tavolo - ha detto- per obbligare le persone all'uso della mascherina". A Roma 'ste robe non le capiscono, perché se tu vivi di potere dei Palazzi, è inevitabile che ti dia fastidio che il territorio ti dà risposte. Noi li abbiamo fatti con il sistema veneto, ma non è che qualcuno si fosse dotato di magazzini di tamponi... Lo ha annunciato il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia. L'importo arriva fino ad un massimo di 1.200 euro ciascuno. "Il Covid-19 si combatte in ospedale, ma soprattutto fuori" aggiunge, prima della conclusione ad alto impatto: un paziente ricoverato e la scritta "Happy Hour?". "C'è una squadra veneta che ha lavorato e ha fatto bene". Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti si assestano al 27% mentre risultano molto distaccati Matteo Renzi di Italia Viva e Silvio Berlusconi di Italia Viva, figure diventate ormai marginali anche in questo periodo di grandi difficoltà in tutto il Paese. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

Comments