Rottura Usa-Oms, Germania e Italia: "Grave battuta d'arresto, ora ricucire"

Adjust Comment Print

La Cina ha violato la sua promessa di assicurare l'autonomia di Hong Kong, ha detto il presidente alla Casa Bianca.

Il ministro della Salute Roberto Speranza parla di "rottura grave" commentando la decisione di Donald Trump di mettere fine alla relazione con l'Organizzazione mondiale della sanità.

Il presidente ha anche attaccato Pechino rispetto al tema dello spionaggio industriale e la speculazione finanziaria.

"La Cina ha totale controllo sull'Organizzazione Mondiale della Sanità nonostante paghi soltanto $40 milioni l'anno, mentre gli Stati Uniti pagano approssimativamente $450 milioni l'anno".

Intercettazioni travolgono l'Anm, i vertici si dimettono
Non abbiamo ricevuto risposta per cui giovedì scorso abbiamo nominato un difensore che ha già interloquito con la procura. Tutti finiti nelle intercettazioni della Procura di Perugia , tutti a chiedere l'intervento dell'ex Presidente dell'Anm.

In precedenza nelle sue osservazioni, ha affermato che la Cina non aveva comunicato correttamente le informazioni in suo possesso sul coronavirus all'Organizzazione mondiale della sanità e ha affermato che la Cina aveva fatto pressioni sull'OMS affinché "inducesse mondo in errore ". Secondo Trump, infatti, è stata troppo pesante l'influenza imposta dal Governo cinese, per quelli che sono stati gli aiuti e l'appoggio da parte dell'Oms nei confronti del Paese asiatico. "E dal momento che non hanno fatto la riforma, noi oggi interrompiamo le nostre relazioni con l'Oms e reindirizziamo i nostri fondi verso altri bisogni sanitari pubblici urgenti, mondiali e meritevoli", ha concluso il presidente americano.

Critiche alla decisione di Trump sono arrivate dalla Germania ed in particolare dal ministro della Salute Jens Spahn, per il quale la decisione della Casa Bianca è "deludente" e rappresenta un passo indietro per la salute a livello globale.

Il presidente aveva precedentemente annunciato una sospensione temporanea dei finanziamenti all'OMS e aveva inviato una lettera all'agenzia all'inizio di maggio dicendo che gli Stati Uniti avrebbero ritirato in modo permanente i finanziamenti se l'OMS non si fosse "impegnata in importanti miglioramenti sostanziali nei prossimi 30 giorni". "E' una delle nostre priorità per la presidenza Ue", che la Germania sta per assumere in vista del prossimo semestre.

Comments