Conte: "La strada che abbiamo intrapreso è quella giusta"

Adjust Comment Print

"A distanza di circa un mese dal 4 maggio, quando abbiamo riaperto l'intera filiera della manifattura e i cantieri delle costruzioni, i numeri sono incoraggianti, possiamo dirlo con relativa prudenza ma anche con chiarezza". In tutte le regioni c'è un trend positivo, dalla Lombardia alla Sicilia. Ci meritiamo un sorriso dopo settimane di sacrifici. Giustissimo, ma facciamo attenzione.

Nonostante però la fine delle restrizioni, il premier ha ribadito che "le uniche misure efficaci contro il virus sono distanziamento fisico e uso, ove necessario delle mascherine".

Da oggi anche i turisti europei possono viaggiare in Italia senza quarantena. "I Ministri - ha detto - stanno facendo un grande lavoro per assicurare che il nostro Paese torni immediatamente meta sicura per i turisti d'Europa e del paese intero". Adesso dobbiamo promuovere il nostro patrimonio artistico e culturale. "In questo mese la bellezza dell'Italia non è mai andata in quarantena".

BONUS E CIG. "Dobbiamo fare i conti con l'emergenza economica e sociale". La fase acuta è alle spalle ma resta quella economica, abbiamo messo in circolo quasi 60 miliardi di euro ma ci rendiamo conto dei ritardi e delle difficoltà burocratiche di un apparato statale non pronto. "Di questi ritardi ho chiesto già scusa e stiamo intervenendo per pagare più velocemente bonus e ammortizzatori sociali". Dobbiamo tornare a intervenire per sostenerli. Dovrà essere un nuovo inizio.

Aggiornamento Coronavirus 1 giugno. In Emilia 17 nuovi contagi e 10 decessi
A due giorni dalla "fase 3" quindi la situazione sull'Isola resta più che mai sotto controllo. Purtroppo, si registrano 10 nuovi decessi: 7 donne e 3 uomini.

Ieri, in occasione della ricorrenza del 2 giugno, Conte ha affermato: "Uniamo e concentriamo tutte le nostre energie nello sforzo condiviso di rialzarci e ripartire con la massima determinazione". Noi dovremo cogliere questa opportunità e saper spendere bene questi soldi. In alternativa, la diretta sarà visibile anche sul canale YouTube di Palazzo Chigi o in TV, dove sono disponibili anche i canali all news come SkyTg24, RaiNews24 o TgCom24, ma anche Rai1 e La7.

DECRETO SEMPLIFICAZIONE. "Stiamo lavorando al decreto semplificazione in particolare riformuliamo il reato di abuso di ufficio e di danno erariale, due aspetti che condizionano molto le pubbliche amministrazioni". Non era successo mai prima nella nostra storia. I tempi della giustizia civile e penale non sono accettabili. Quindi chiedo a tutte le forze politiche di lavorare.

E poi serve una seria riforma fiscale: il nostro fisco è iniquo e inefficiente.

Poi, il passaggio sulle misure economiche, dai 750 miliardi del Recovery Fund ("Stiamo lavorando a un piano di rinascita, il Recovery Plan") al processo di modernizzazione del paese, attraverso i pagamenti elettronici, lo sviluppo della banda larga e lo snellimento della burocrazia. Dobbiamo lavorare meglio per sostenere le imprese, per le persone che sono ai margini.

Comments