Scuola, Ministero su rientro a settembre: "Possibilità di divisori tra i banchi"

Adjust Comment Print

Alla ripresa dei lavori proseguirà quindi la seduta in notturna. I sindacati intanto confermano lo sciopero l'8 giugno. Le scuole sono oggettivamente uno dei luoghi di maggiore assembramento.

Il capo politico del M5S ha definito "irresponsabile" l'atteggiamento di Lega e FdI che "alla Camera cercano di far saltare la conversione in legge del decreto Scuola". È questo l'esito di una due giorni di grande tensione, con le forze di opposizione, in particolare modo la Lega di Matteo Salvini, che hanno fatto un grande ostruzionismo nel tentativo di non far approvare il decreto. "Con l'obiettivo di mettere al centro gli studenti e garantire qualità dell'istruzione", ha spiegato la ministra dell'istruzione Lucia Azzolina.

EDILIZIA SCOLASTICA - Velocizzata l'esecuzione degli interventi di edilizia scolastica: fino al 31 dicembre 2020 i Sindaci e i Presidenti delle Province e delle Città metropolitane potranno operare con poteri commissariali.

Per il coordinamento nazionale SISA Il Segretario Generale Davide Rossi - In Italia ci sono otto milioni di studenti per 380mila classi, per una media di ventuno studenti per classe. "Lavoriamo tutti, ciascuno per la propria parte, il Paese si aspetta da noi che i ragazzi tornino a scuola" ha dichiarato Azzolina. A seconda dello stato del virus si decideranno le sorti degli studenti, ma già da ora si è parlato di "pannelli in plexiglass nelle aule" e, se necessario, "pensare a tensostrutture e opere di edilizia leggera nelle aree esterne". Il documento del Cts sarà valutato rispetto all'andamento epidemiologico. Infine per gli studenti con difficoltà respiratorie e ipoacusici saranno messe a disposizione delle visiere.

A tutto questo, che ha già del miracoloso e del miracolistico, si aggiunge anche il problema del dopo, perché, ringraziando il cielo, le pandemie, per quanto possano essere lunghe, non sono eterne.

Perché il Governo di Accordo Nazionale in Libia è illegittimo
Inoltre, la tratta degli schiavi e il traffico di esseri umani stanno fiorendo sotto il Governo di Accordo Nazionale della Libia. Nell'ottobre 2015 Sarraj è stato sorprendentemente nominato come candidato al posto del capo di un nuovo governo libico.

Le necessità urgenti per il primo cittadino di Bari sono lo sblocco dell'assunzione di personale, certezze su risorse per interventi rapidi di edilizia scolastica, riorganizzazione dei servizi di mensa e trasporto, un vero piano dei tempi che consenta di evitare gli spostamenti si concentrino nelle ore di punta.

Sindacati e enti locali chiedono risorse.

I dirigenti scolastici, sulla "base di specifiche e motivate richieste da parte delle famiglie degli alunni con disabilità", tenuto conto della particolarità di questo anno scolastico, dopo aver sentito i Consigli di classe e acquisito il parere del Gruppo di lavoro per l'inclusione della loro scuola, potranno consentire "la reiscrizione dell'alunno al medesimo anno di corso frequentato nell'anno scolastico 2019/2020".

Durante il vertice il premier Conte ha sottolineato: "Col nuovo anno scolastico l'obiettivo è tornare a scuola in piena sicurezza". La Cgil lamenta come la discussione sulla ripartenza sia "in grave ritardo". Di solito li abbiamo sempre visti stracarichi e, nonostante gli eventuali ingressi scaglionati nelle scuole, non riusciamo davvero ad immaginare come vedranno rivisti gli spazi negli autobus.

Comments