Coronavirus: 34'021 morti in Brasile - Ticinonline

Adjust Comment Print

Sulla pagina ufficiale del governo è adesso possibile visualizzare solo i dati giornalieri di nuovi infetti, decessi e guariti dell'ultimo bollettino, diramato sabato 6 giugno. Il coronavirus in America LatinaNelle ultime 24 ore c'è stato un netto aumento dei contagi in America Latina giunti a 1.153.938 (+48.829) e dei morti, attestatisi a 59.344 (+2.918), secondo quanto emerge da una statistica elaborata dall'ANSA sulla base dei dati di 34 Nazioni e territori latinoamericani. "Non siamo interessati a riesumare i morti".

Un ulteriore tentativo di offuscare la tragedia brasiliana?

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha cancellato negli scorsi giorni aiuti destinati a governatori e sindaci per combattere la pandemia. Il Messico registra in 24 ore un doppio record, di decessi di persone contagiate e di nuovi casi. "Stiamo adottando altre azioni per migliorare la comunicazione del numero dei casi e la conferma delle diagnosi", ha aggiunto.

Su Twitter, Bolsonaro ha dichiarato che "i dati cumulativi ... non riflettono il momento in cui si trova il paese", ma non ha spiegato perché le informazioni dovevano essere rimosse o non potessero essere rilasciate.

E dato che non tutti sono disposti a legare il proprio nome a quello di un pagliaccio cinico e spietato, il Brasile non ha neppure un ministro della Sanità che gestisca l'emergenza: gli ultimi due - dopo aver preso atto di come Bolsonaro non avesse intenzione di adottare provvedimenti seri anti-Covid - si sono dimessi nel giro di un mese l'uno dall'altro.

La Germania vara nuovo pacchetto di sostegno da 130 miliardi
In precedenza in più di un'occasione aveva dichiarato che non avrebbe proseguito la carriera politica dopo il 2021. Alla trasformazione green & digital andrà quasi la metà della somma.

I dati di ieri, in tutto il Paese, sono eloquenti: i nuovi contagi sono stati più di trentamila, con circa 1.500 morti.

La decisione è stata ampiamente criticata da giornalisti e dai membri del Congresso. Lo stesso Bolsonaro aveva definito il Coronavirus "una piccola influenza", rifiutando di seguire le linee guida raccomandate dall'organizzazione mondiale della sanità per la prevenzione del contagio.

Dopo Trump è il turno di Bolsonaro.

La gestione del coronavirus in Brasile, quindi, continua a suscitare timori, mentre il contagio cresce senza una reale politica di prevenzione.

Comments